F1 Ferrari – Il campione del mondo in carica Max Verstappen è stato il primo a conquistare la vittoria nell’inaugurale Gran Premio di Miami svoltosi la scorsa settimana in Florida, con più di 250.000 persone che nel corso dei 3 giorni si sono precipitate nell’autodromo internazionale di Miami. La Red Bull, in particolare con Max, sembra ora avere un piccolo passo in più rispetto alla Ferrari, che pure sembra rimanere la migliore sul giro secco (caratteristica importantissima per il GP di Monaco in programma fra 2 settimane), tuttavia Mattia Binotto, team principal della Scuderia Ferrari non sembra essere particolarmente preoccupato per il passo gara superiore mostrato dai rivali, ma più per gli importanti aggiornamenti introdotti da Red Bull se considerato il budget cap di 140 milioni di dollari introdotto dalla FIA:

Ferrari F1 Binotto
Ferrari f1 Binotto

Direi di non essere troppo preoccupato perché non credo che la differenza sia enorme. Si tratta, al massimo, di un paio di decimi in gara e non dimentichiamo che abbiamo bloccato la prima fila. In qualifica abbiamo avuto una prestazione migliore della Red Bull, quindi nel complesso nel fine settimana non credo ci sia molta differenza tra la Red Bull e la Ferrari. Se c’è qualche preoccupazione, è quanto stanno sviluppando considerando il limite di budget, questa è sicuramente una preoccupazione. Non ho dubbi sul fatto che per tenere il passo dobbiamo svilupparci e introdurre aggiornamenti. Spero solo, visto che c’è un limite di budget, che a un certo punto la Red Bull smetta di svilupparsi, altrimenti non capirò come possono farlo”. ha detto il manager italiano con una sorta di frecciatina anche alla Federazione affinchè controllino le spese dei team in termini di aggiornamento, mentre in vista della prossima gara a Barcellona (dove la Ferrari dovrebbe portare per la prima volta in questo 2022 degli aggiornamenti importanti) ha detto:

Penso che non sia una sorpresa che potremmo avere un pacchetto a Barcellona che sarà importante per noi. Come al solito, spero che il pacchetto che stiamo introducendo funzioni come previsto, e in tal caso può essere una buona spinta per cercare di recuperare l’attuale gap che abbiamo con la Red Bull. Non abbiamo soldi da spendere per gli aggiornamenti ad ogni singola gara, non per incapacità, ma per il limite di budget. Quindi in qualche modo cerchiamo di concentrare gli sviluppi su quando riteniamo che sia il momento giusto e la spesa giusta”. ha chiosato Binotto.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: