Giovedì scorso, la Ferrari e la Fia, hanno deciso di promuovere una nuova iniziativa che consentirà alle giovani donne di prendere parte ad un progetto che le inserirà all’interno degli sport motoristici.


L’iniziativa, chiamata Girls on Track – Rising Stars, è stata promossa dalla la Commissione Women in Motorsport che collaborerà con la Ferrari Driver Academy, per supportare le donne, in un età compresa tra il 12 e 16 anni, inserendole nel mondo dei motori.


Fu Lella Lombardi l’ultima donna a partecipare ad un Gran Premio nel 1976

in Austria nonché l’unica a giungere in zona punti e a disputare il maggior numero di Gran Premi.
Il portavoce della FDA è parso positivo a speranzoso rispetto all’iniziativa, ed ha affermato :”Siamo davvero lieti di collaborare con la FIA a questo innovativo programma Girls on Track – Rising Star,Siamo fermamente convinti del valore di aiutare i giovani a svilupparsi nello sport automobilistico.
La FDA opera ormai da oltre un decennio, non solo selezionando semplicemente e semplicemente i migliori driver, ma anche lavorando sulla loro educazione culturale, tecnica ed etica. Con questo in mente, abbiamo ritenuto che dovevamo fare uno sforzo ulteriore per espandere la nostra area operativa per includere le giovani donne che vogliono andare avanti nello sport automobilistico.


Sebbene non vi siano ostacoli concreti alla loro partecipazione, siamo consapevoli che per le donne è più difficile progredire in questo campo. Ecco perché abbiamo risposto con entusiasmo all’iniziativa FIA e crediamo di poter aiutare a introdurre ancora più giovani donne in questo fantastico sport.
Chissà, forse un giorno vedremo ancora una volta una donna che gareggia in una gara del campionato del mondo di Formula 1 per la prima volta dal 1976″.
Il programma, attualmente già in corso, prevede la selezione di giovani talenti, tra cui venti donne, che competeranno al Circuit Paul Ricard in ottobre e da cui solo 12 verranno selezionati per la fase successiva in cui potranno frequentare i campi di kart e F4.
Infine, alla fase finale, solo quattro fortunati tra i dodici verranno scelti per seguire un corso della durata di una una settimana alla Ferrari Driver Academy a novembre.

Un’iniziativa, questa, che per la prima volta, dal 1976, apre alle donne un settore che spesso si è dimostrato maschilista, abbattendo quel veto che oramai vigeva da troppo tempo.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: