La ferrari 250 GTO è un’auto simbolo nella produzione Ferrari tanto bella da vedere, tanto vincente nelle corse.

Di Ferrari “belle” “speciali” ne sono state costruite tante nel corso della storia, dai cancelli di Maranello sono usciti tantissimi capolavori, auto che sembrano non subire lo scorrere del tempo. Tra le tante vetture “speciali” una in particolare ha sempre avuto un’aura di leggenda, come se fosse qualcosa di irraggiungibile quasi di “soprannaturale” si tratta della Ferrari 250 GTO.

Il nome si riferisce alla cilindrata unitaria di 250 cc e GTO sta per gran turismo omologato, si perchè questa vettura fu costruita proprio per essere vincente in pista ma al tempo stesso omologata per un utilizzo stradale.

Di Ferrari 250 GTO ne furono costruite pochissimi esemplari  circa 36 tra il 1962 ed il 1964 per fronteggiare e riuscire a battere le avversarie, una su tutte la Jaguar e-type. Per quanto riguarda il motore non poteva che essere il meraviglioso v12 di Maranello vera e propria bandiera tecnologica della casa del cavallino rampante ma aveva una particolarità pur essendo un’auto da corsa il motore invece di essere montato in posizione centrale, come tutte le sue “cugine” da corsa qui il propulsore fu montato davanti.

Parlando sempre del cuore della 250 GTO si trattava di un v12 di 3000 cc in grado di erogare 300 cv a 7400 gir/min con una potenza specifica di 100 cv/litro un valore incredibile per l’epoca! Con un motore così potente unito ad un peso contenuto in circa 880 kg, la 250 GTO  raggiungeva una velocità massima di 280 km/h, inoltre il motore era abbinato ad un nuovo tipo di cambio a 5 rapporti con sincronizzatori cosa non di poco conto all’epoca.

In pista la vettura si dimostrò subito vincente , guidata da diversi piloti due su tutti Phil Hill e Stirling Moss, dove fece man bassa di vittorie, tra cui le vittorie nel Tour de France 1963 3 1964, la conquista del primato nella categoria GT della Targa Florio 1962-1963-1964 e le affermazioni al TT di goodwood solo per citarne alcune.

Infine ma non per ultimo, forse la caratteristica più importante della Ferrari 250 GTO e che probabilmente rende questa vettura così speciale è che si sentiva a suo agio tanto in pista, ed altrettanto bene per correre su strada, dove si comportava da perfetta GT.

Nick Mason storico batterista dei Pink Floyd e possessore di una 250 GTO disse : ” Amo tutte le mie auto , ma se fossi costretto a venderle e potessi tenerne solo una , sceglierei la Ferrari 250 GTO.  Ci si può correre e intendo davvero correre , oppure guidare in una gara di regolarità o semplicemente passeggiare per strada. Poi è importante nella mia vita ci ho accompagnato le mie figlie quando si sono sposate”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: