Il Team Principal della Mercedes ha omaggiato il mondo Ferrari in vista del GP della Toscana, il millesimo nella storia del Cavallino Rampante.

Qualunque saranno i risultati della Ferrari nella prossima tappa della deludente stagione 2020, il GP della Toscana rappresenterà un momento di festa per il Cavallino Rampante. La gara di domenica sarà infatti la millesima della storia della Scuderia in F1. Un eccezionale traguardo, che sarà onorato in svariati modi: con una livrea speciale, ispirata alle prime monoposto Ferrari degli anni ’50, con un evento celebrativo in Piazza della Signoria a Firenze nella serata di sabato, con il ritorno in pista, prima della gara, della F2004, che sarà guidata da Mick Schumacher, e chi più ne ha più ne metta.

Alle celebrazioni, tuttavia, non prenderà parte solo Ferrari: parteciperà anche gran parte del mondo della F1, tra cui anche alcune scuderie protagoniste di grandi rivalità nei confronti del Cavallino Rampante. Un team che si è particolarmente distinto in questo senso è la Mercedes. Il team anglo-tedesco ha sempre mostrato un grande rispetto nei confronti della storia della F1, e non mancherà di farlo anche in questa occasione speciale. Invece del classico argento, infatti, la safety car (una Mercedes-AMG GT R) sfoggerà una livrea di color rosso.

Nella sua preview del GP della Toscana, Toto Wolff in persona ha voluto rendere omaggio alla Scuderia: “Onoreremo il traguardo del millesimo Gran Premio in F1 della Ferrari con una safety car Mercedes-AMG di color rosso Ferrari. Questo sarà il nostro riconoscimento nei confronti di una tradizione sportiva che ci ha regalato alcuni dei più importanti momenti della F1. Gli uomini e le donne di Maranello hanno una gloriosa storia da celebrare e noi vogliamo omaggiarla questo weekend”.

Il Team Principal della Mercedes ha infine speso alcune parole sulla sfida rappresentata dal Mugello, un circuito totalmente inedito per la F1: “Il Mugello è un circuito di alta velocità, impegnativo, senza la minima presenza di curve lente. Queste caratteristiche lo rendono molto duro sia per i piloti sia per le gomme. Quest’anno ci sono alcune gare inedite in calendario e bisogna prepararsi ad affrontarle nel miglior modo possibile. La velocità di apprendimento e la flessibilità saranno punti chiave”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: