F1 e FIA hanno deciso di proibire per tutto il 2024 il lavoro in galleria del vento e al CFD sulle monoposto del prossimo ciclo regolamentare.

La stagione 2023 di F1 è terminata da pochi giorni, ma le novitĂ  in ottica futura continuano ad arrivare anche a ruote ferme. Nell’ultimo meeting del World Motor Sport Council, la FIA ha infatti ratificato una serie di modifiche regolamentari che avranno un impatto importante nell’immediato futuro. La piĂš interessante è senza dubbio l’introduzione nel Regolamento Sportivo 2023 e 2024 (all’Appendice 7, punti 3.c e 4.e) del divieto di effettuare test in galleria del vento e al CFD per quanto riguarda le vetture 2026. Il divieto, scattato il 1/12/2023 e destinato a durare fino al 1/1/2025, riguarderĂ  solo i test aerodinamici, mentre lo sviluppo delle nuove Power Unit, il centro della prossima rivoluzione regolamentare, rimarrĂ  possibile. E’ da sottolineare che i Regolamenti Tecnici del 2026 non sono ancora stati approvati, ma sembra esserci un’intesa solida sulle modifiche a telai, aerodinamica e meccanica.

Galleria del vento F1 2024

Questo il testo del divieto aggiunto nei regolamenti dalla FIA: “Per proibire i test che hanno lo scopo di sviluppare le vetture della stagione 2026, dal 1/12/2023 al 1/1/2025 incluso, i test vincolati in galleria del vento (RWTT) potranno essere condotti utilizzando solo un modello in scala che sia conforme ai Regolamenti Tecnici 2023, 2024 e 2025. Sono esclusi dal divieto i test al banco che mirano a sviluppare dei componenti del sistema frenante con una canalizzazione dell’aria minima, a condizione che tali test non sperimentino o non forniscano in alcun modo dati o conoscenze sulle prestazioni o la resistenza di parti o sistemi classificati come ‘carrozzeria’. Nessun test in galleria del vento può essere condotto utilizzando modelli dalle geometrie parzialmente o totalmente conformi, oppure sostanzialmente derivanti, da bozze o versioni pubbliche dei Regolamenti Tecnici di F1 del 2026 o delle forme e dei concept proposti dalla FIA.”

Gli stessi divieti ed esenzioni sono validi anche per il lavoro al CFD. Nell’ultima riunione del World Motor Sport Council sono state confermate anche altre modifiche: sarĂ  permessa ai team l’introduzione di un canale di refrigerio per permettere ai piloti di ricevere un po’ d’aria e limitare gli effetti del caldo estremo, come quello sofferto dai piloti in Qatar; sarĂ  limitata in numero e massa la presenza di componenti metallici sul fondo, potenzialmente pericolosi qualora si dovessero staccare; è stato cancellato per il 2024 il format ATA delle Qualifiche, testato a Budapest e Monza; il tempo trascorribile in griglia nel pre-gara è ridotto da 50 a 40 minuti; in caso di partenza dalla Pit Lane, da oggi il personale dei team dovrĂ  abbandonare la fast lane e rimuovere tutti gli strumenti 90 secondi prima dell’inizio del giro di formazione.

Foto copertina: https://www.auto-motor-und-sport.de/formel-1/f1-auto-2026-reglement-technik-bilder/

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto