Spa è una delle piste più belle del mondiale, con la sequenza di curve più spettacolare di tutto il circus, con la salitona e lo schiacciamento che porta il cuore in gola ed i fondi a toccare l’asfalto.

Questo circuito è un mix di lunghi rettilinei e curve strette, come la prima dopo il traguardo, che è una vera trappola in partenza: è quindi importante partire davanti. Solitamente, per ottenere un tempo migliore, si predilige carico aerodinamico, mentre per la gara, per favorire i sorpassi, una maggior velocità di punta.

La Ferrari si aggiorna e punta alla massima penetrazione aerodinamica con un ala anteriore e posteriore scarica, insomma una rossa low drag.

 

Ferrari in Belgio si presenta con un’ala posteriore molto scarica e rettilinea (a differenza di quella di Baku, pista con caratteristiche simili)mentre all’anteriore ci sono varie opzioni:

Immagine

soprattutto i flap presentano diverse configurazioni, nella speranza di trovare quel carico necessario a portare in temperatura gli pneumatici, che tendono a raffreddarsi nei lunghi rettifili del tracciato Belga.

Il fatto che Ferrari porti tante opzioni può significare che a Maranello stanno lavorando duro…ma anche che ancora non hanno trovato il bandolo della matassa. Una cosa è certa… Spa e Monza sono le ultime due chance di portare a casa una vittoria questa stagione, a meno di gran colpi di… fortuna

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Articolo by Ing.  @WernerJrQuevedo