A partire da Spa, la Honda ha montato sulle sue Power Unit una batteria più leggera ed efficiente, mantenendo nascosto questo importante upgrade.

La F1 si appresta ad entrare nell’ultimo terzo di una stagione 2021 che rimane ancora estremamente combattuta su tutti i fronti. Max Verstappen conserva al momento un vantaggio di 5 punti sul diretto rivale, Lewis Hamilton, il cui team si trova tuttavia 18 punti davanti alla Red Bull nel Campionato Costruttori. Al momento la W12 e la RB16B rimangono molto vicine tra loro in termini di performance, e solo grossi aggiornamenti aerodinamici o problemi di affidabilità sembrano poter rivoluzionare i rapporti di forza. C’è tuttavia un altro fattore che potrebbe risultare decisivo: la Power Unit. Nonostante gli sviluppi siano congelati, tutti i motoristi hanno in qualche modo migliorato le prestazioni dei propri propulsori: Mercedes sembra aver trovato una soluzione ingegnosa per raffreddare l’aria nel plenum, mentre Honda ha sorprendentemente optato per l’introduzione durante il campionato di una nuova batteria, montata sulla RB16B di Verstappen a Spa.

Questa novità, tenuta segreta dalla casa giapponese fino ad oggi, è stata rivelata da The Race, che ha sottolineato come Honda abbia scelto (in maniera simile a Ferrari) di omologare durante la stagione 2021 uno o più nuovi componenti della sua Power Unit, avendo utilizzato nella prima parte di stagione la versione 2020 di quello stesso componente. Mentre nel caso della Rossa il numero di elementi da omologare è sicuramente maggiore (si parla di tutta la parte ibrida), la casa giapponese ha potuto introdurre solo la già citata batteria, che è considerevolmente più leggera ed efficiente, ed è in grado di migliorare le prestazioni del telaio della RB16B proprio grazie al suo peso ridotto. Questo elemento, così come l’intero propulsore Honda, avrebbe dovuto vedere la luce il prossimo anno, ma l’inaspettato annuncio del ritiro dalla F1 a fine 2021 ha spinto il colosso orientale ad accelerarne gli sviluppi e ad anticiparne la realizzazione.

F1 Budapest Red Bull

“Questa nuova batteria…” – ha detto Yasuaki Asaki, capo del reparto sviluppo della Power Unit giapponese, sul sito ufficiale di Honda Racing – “…è stata sviluppata attraverso un progetto durato diversi anni, con l’obiettivo di combinare i miglioramenti in termini di efficienza con una significativa riduzione del peso. Nell’ultima stagione di Honda Racing in F1, siamo riusciti a introdurre il nuovo Energy Store, che comprende delle celle più leggere, a bassa resistenza, altamente efficienti e dalla potenza elevatissima, e lo abbiamo fatto appena in tempo per l’inizio della seconda metà della stagione. Per raggiungere l’obiettivo di sconfiggere la Mercedes e di vincere il titolo prima di abbandonare la F1 a fine 2021, abbiamo riconosciuto che fosse necessario incrementare le performance. Perciò, il piano di sviluppo della nuova batteria è stato molto anticipato rispetto al target originario, che era il 2022, e abbiamo optato per la sua introduzione durante la stagione 2021″.

“Anche dopo che Honda abbandonerà la F1…” – ha concluso Asaki – “…questa nuova tecnologia contribuirà enormemente ai nostri progetti futuri, con lo scopo di creare una società a zero emissioni, di guidare il progresso nel campo della mobilità e di garantire alle persone di tutto il mondo una miglior qualità della vita quotidiana”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: