Arrivati, ormai, a 5 gare dal termine di un’altra stagione incredibile di Formula 1, le statistiche parlano chiaro: Max Verstappen ha vinto 5 gare in modo clamoroso, lasciando un gap impressionante sulla Ferrari e non solo. Ora l’olandese è sempre più indirizzato verso il suo secondo titolo mondiale.

Tale dominio è stato riconosciuto anche da Carlos Sainz che ne ha parlato a Mundo Deportivo:

“La Red Bull non sta fallendo in nulla. Né nella strategia né nel prendere decisioni importanti. Decidono di prendere penalità nelle gare in cui sanno che avranno la macchina più forte. Stanno vivendo una stagione molto completa e questo li rende molto difficili da battere”.

Alla domanda se Tifosi vedranno la Ferrari lottare per il titolo nel 2023, Sainz ha risposto:

“Penso di sì. Quest’anno avremmo lottato per il titolo se avessimo fatto le cose un po’ meglio e se avessimo avuto un po’ di fortuna all’inizio della stagione. Dopo il grande passo che ha fatto dall’anno scorso a questo, la Ferrari deve porsi quell’obiettivo”, ha insistito lo spagnolo.

Per quanto riguarda lo scenario attuale, la Ferrari ha vinto quattro volte in questa stagione, Sainz ha ottenuto la sua prima vittoria in F1 al Gran Premio di Gran Bretagna 2022.

L’anno scorso Sainz è arrivato alla Ferrari otrenendo un grande risultato: battere il compagno Charles Leclerc nella classifica del Campionato del Mondo di F1 2021.

Ma quest’anno sarà difficile chiedere un’impresa simile perché il monegasco è secondo nell’attuale classifica piloti di F1, con Sainz quinto e 32 punti di distacco dal compagno di squadra.

Per quanto riguarda le ultime mezza dozzina di gare in calendario, Sainz ha dichiarato:

“Mi piacerebbe avere una fine di stagione coerente, soprattutto con la quantità di cose che ci sono successe quest’anno. Mi piacerebbe avere un’ultima parte di stagione tranquilla, che ci accadano meno cose per poter prendere il ritmo e i momenti per il prossimo anno, che sarà una nuova opportunità”.

“Il team sta progredendo”, ha continuato Sainz. “Dobbiamo cercare di migliorare un paio di cose come affidabilità e costanza. Ma dobbiamo tenere a mente che quest’anno abbiamo lottato contro una squadra come la Red Bull che sta facendo le cose alla perfezione. Dobbiamo imparare ed essere coloro che saranno i seguiti l’anno prossimo”.

Guidare per la Ferrari è stato davvero un sogno appagante?

“È qualcosa di cui ero già stato avvertito”, ha spiegato Sainz. “Mi hanno detto di essere preparato perché la stampa in Italia sarebbe stata davvero dura e quanto è grande la Ferrari nel mondo, ma finché non sei dentro non ti rendi conto dell’attenzione che attira la quantità di critiche, soprattutto quest’anno. Ho letto critiche sproporzionate alla squadra ma fa parte di una così grande organizzazione ed emblema del mondo dei motori che mi rende orgoglioso. Non lo vedo come un problema.”

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: