F1 – Carlos Sainz ritiene che raggiungere i campioni del mondo costruttori 2022, sia un obiettivo più vicino di quanto i risultati della stagione suggeriscano, per la Ferrari.

Nonostante la lampante vittoria del campionato 2022 da parte della RedBull, Carlos Sainz ritiene che in casa Ferrari si possa essere ottimisti rispetto alle proprie possibilità di superare la rivale nella prossima stagione,

Due vittorie in quattro gare hanno dato a Charles Leclerc e alla Ferrari il vantaggio iniziale sia nel campionato piloti sia nel campionato costruttori. Nonostante questo la sfida lanciata dalla Rossa non si è concretizzata malgrado l’ottimo inizio della stagione 2022.

Gli sviluppi apportati da Red Bull e gli errori firmati Ferrari hanno fatto sì che la squadra di Milton Keynes dominasse l’anno con 17 vittorie su 22 Gran Premi.

È stato chiesto a Sainz, che come ricorderete ha avuto i suoi problemi di ritmo, quanto sarebbe difficile la sfida di arrivare davanti alla Red Bull nel 2023, il pilota spagnolo ha sottolineato il ritmo superiore di qualifica della Ferrari.

“Sento che abbiamo delle possibilità”, ha detto Sainz ai media, ”La Red Bull è stata dominante, ma senza un lampante vantaggio nel ritmo di qualifica e nel ritmo di gara. Quindi non mi sembra che siamo così indietro in termini di sviluppo e prestazioni”.

“Se ricordate, ad Austin mi trovavo in pole position, questo significa che (ad Austin) abbiamo fatto una doppietta in qualifica. Capite da soli che la nostra macchina non è poi così lontana dalla Red Bull”.

Sainz sottolinea anche i miglioramenti previsti per il 2023

L’ultimo anno, turbolento per la Ferrari, è stato ostacolato da errori di guida, errori strategici, e da sporadici problemi di affidabilità. L’unione di questi fattori ha intaccato le possibilità di ottenere il primo campionato dall’ormai lontanissimo 2008.

Nello spiegare dove la Ferrari potrebbe migliorarsi in ottica 2023, Sainz ha sottolineato le varie aree in cui è stata la Red Bull ha dominare.

“Quello su cui dobbiamo concentrarci ora è cercare di capire le gomme dell’anno prossimo e vedere come possiamo essere più veloci in gara, visto che la Red Bull si è dimostrata particolarmente veloce, rispetto a noi, proprio la domenica”, ha aggiunto Sainz.

Per quanto concerne invece la strategia, l’esecuzione della gara, la gestione degli pneumatici…sono altri passi in avanti che dobbiamo e vogliamo fare e sui quali stiamo già lavorando”.

“In termini di prestazioni non siamo lontani. Dobbiamo solo aumentare la potenza e la deportanza della vettura. Così facendo saremo allo stesso livello se non più veloci, speriamo di riuscire nell’intento”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: