Secondo auto-journal l’ormai ex Team Principal e l’attuale Chief Technical Officer della Aston Martin potrebbero approdare in Alpine.

C’è aria di rivoluzione in casa Aston Martin. Negli ultimi mesi la scuderia anglo-canadese ha annunciato numerosi innesti di assoluto livello per rinfrozare il suo reparto tecnico: dalla Red Bull sono arrivati gli aerodinamici Andrew Alessi (nel ruolo di Head of Technical Operations) e Dan Fallows (Direttore Tecnico), sebbene quest’ultimo sia al centro di un contenzioso legale con il suo vecchio team per quanto riguarda il periodo di gardening da rispettare prima di potersi unire al team di Silverstone; dalla Alfa Romeo Racing è approdato Luca Furbatto come nuovo Engineering Director; dalla Mercedes è giunto Eric Blandin, che probabilmente assumerà un ruolo chiave nel reparto aerodinamica del team; infine, Lawrence Stroll ha affidato ad un nome altisonante come Martin Whitmarsh la direzione di Aston Martin Performance Technologies, divisione di Aston Martin Lagonda che ha il controllo sulla scuderia di F1.

Un tale numero di innesti di qualità all’interno del reparto tecnico e manageriale non poteva che provocare uscite altrettanto eccellenti. La prima, annunciata lo scorso mercoledì, è stata quella dell’ormai ex Team Principal Otmar Szafnauer. L’americano, da dodici anni membro fondamentale del team di Silverstone e da tre stagioni e mezzo suo boss e CEO, ha lasciato la Aston Martin con effetto immediato, confermando le indiscrezioni pubblicate lo scorso novembre da AUTOHebdo. Alla base di questa decisione ci sarebbero dei disaccordi tra Szafnauer e Lawrence Stroll, causati sia della deludente stagione 2021 della scuderia anglo-canadese sia della firma di Whitmarsh, che ha di fatto tolto potere decisionale al Team Principal. L’avventura nel circus dell’americano non dovrebbe tuttavia finire qui, dato che sempre la testata francese ha anticipato che firmerà con la Alpine.

La scuderia anglo-francese, per bocca del suo stesso CEO Laurent Rossi, si trova in un periodo di ristrutturazione a livello manageriale, e Szafnauer potrebbe rappresentare il leader giusto per il suo nuovo corso. Secondo quanto riportato da auto-journal.fr, tuttavia, l’americano potrebbe non essere il solo grande profilo a trasferirsi dalla Aston Martin alla Alpine: ci sarebbero anche lo sponsor BWT, che da poco ha terminato la collaborazione con il team di Silverstone, ed Andrew Green, attuale Chief Technical Officer del team in verde nonché principale artefice della crescita tecnica della piccola Force India dal 2011 al 2018. L’inglese, anch’egli nettamente ridimensionato all’interno della scuderia dai tanti innesti a livello tecnico, potrebbe svolgere il ruolo di Direttore Tecnico del team di Enstone che oggi è occupato da Pat Fry.

Chi sostituirà Szafnauer in Aston Martin? La squadra anglo-canadese si è presa del tempo per annunciare la sua nuova struttura manageriale, ma il toto-nome è già partito. Qualora dovesse rimanere a Silverstone, Green potrebbe ottenere una promozione almeno per il 2022 in attesa che si liberi un manager di alto livello. La soluzione più logica sembrerebbe tuttavia il ritorno in pista di Whitmarsh, che ha alle spalle una lunga e fruttuosa esperienza come Team Principal della McLaren. Un possibile candidato proveniente dalle scuderie rivali, in una sorta di scambio con la Alpine, è Marcin Budkowski, che potrebbe essere sostituito proprio da Szafnauer ad Enstone. Lawrence Stroll potrebbe inoltre scegliere un manager di sua conoscenza totalmente estraneo al mondo della F1, oppure una figura esperta ma attualmente lontana dal circus come Simon Roberts, Éric Boullier o Cyril Abiteboul.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: