Paul Monaghan ha sottolineato che Baku rappresenta una prova cruciale per verificare il superamento dei problemi al DRS della Red Bull.

Le due vittorie in Spagna e a Monaco hanno lanciato la Red Bull in vetta alla classifica del mondiale in questo 2022, dopo un inizio straordinario da parte della Ferrari. Queste vittorie non sono tuttavia arrivate senza soffrire, specialmente quella di Barcellona: al Montmelò Max Verstappen ha infatti sofferto per buona parte della gara di noie al DRS, nate in seguito ad un errore del team nel cercare di ridurre il peso della vettura. A Monaco questo problema, anche a causa delle basse velocità, non si è ripresentato, mentre Baku, il prossimo evento, potrebbe rappresentare una prova ben più rilevante per verificare se i malfunzionamenti sono ormai alle spalle. Raggiunto da Autosport, Paul Monaghan, capo degli ingegneri della Red Bull, ha affermato che il team anglo-austriaco ha imparato dagli errori commessi in Spagna.

Red Bull Monaco 2022 F1

“Ad essere onesti, i nostri problemi al DRS sono stati autoinflitti.” – ha affermato il britannico“Adesso abbiamo imparato la dura lezione. Abbiamo tirato un sospiro di sollievo dopo aver effettuato le ricerche e le verifiche del caso. I nostri uomini stati eccezionali: hanno fatto un lavoro incredibile in pochissimo tempo. Cambiando circuito, cambiano anche le condizioni, la velocità a cui il DRS si apre, ecc. Grazie a quello che abbiamo imparato dopo il GP di Spagna, ora sono fiducioso e più tranquillo. La parte irritante è che, per rendercene conto, ci è stata impartita questa lezione, ma l’abbiamo accettata e andiamo avanti”.

Il capo degli ingegneri della Red Bull ha infine affermato che a Baku vedremo se la scuderia di Milton Keynes avrà messo definitivamente a posto il difettoso DRS della RB18: “A Monaco la velocità a cui il dispositivo viene aperto è di 160 km/h, mentre a Baku la questione cambia completamente, perché il DRS si apre a 300 km/h. In realtà il problema non è il peso del flap, bensì è la forza necessaria ad aprirlo, che deve lottare contro il carico aerodinamico del flap. Sarebbe da stupidi adagiarsi sugli allori: sappiamo quali errori abbiamo commesso e stava a noi aggiustare il sistema”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: