C’è grande fermento in queste ore all’interno del paddock di Formula 1: l’inizio dei test in Bahrain ha portato con sé grandi novità, prima tra tutti la nuova W13 targata Mercedes, che, come anticipato negli scorsi giorni, ha introdotto una serie di novità a dir poco sconvolgenti.
Le pance già parecchio rastremate della W13 vista a Montmelò, sono state estremizzate ancor di più, rendendo pressoché nullo il volume dei sidepods.


La stessa FIA, per parola del proprio amministratore delegato, Ross Brawn, si è detta sorpresa dalla soluzione studiata dalla scuderia anglo-tedesca:

“Questa è un’interpretazione molto estrema dei regolamenti, e penso che saranno inevitabili i dibattiti su di essa”, ha dichiarato l’ex ingegnere Ferrari.

“Ciò succede quando c’è un cambio regolamentare: per quanto si cerchi di limitare le opzioni – e credetemi, ne abbiamo limitate a centinaia – le innovazioni in Formula 1 esistono sempre.

“Se dal nostro punto di vista intacca l’obiettivo che il nuovo regolamento si era preposto? Tutte le scuderie vogliono assicurarsi della legalità delle vetture. Credo che ci sarà un grande dibattito”.

Ferrari Brawn



In questo momento sono in molti a osservare scrupolosamente la nuova W13, sollevando non pochi interrogativi sulla legalità della monoposto, davvero al limite per quanto riguarda l’interpretazione dei regolamenti.


“In passato, avevamo bisogno che ognuno fosse d’accordo per effettuare un cambiamento a stagione in corso; ora, invece, abbiamo bisogno solamente che l’80% dei team sia concorde, naturalmente col benestare di FIA e F1” ha proseguito Brawn.

“Quindi credo che una volta che l’interpretazione fatta da Mercedes sia stata effettivamente compresa, avremo modo di valutare bene quale tipo di impatto avrà.
“Alla fine, per quanto riguarda le zone grigie, si tratta di andare a guardare la terminologia del regolamento, cosa che può essere cambiata con il consenso dell’80% dei team.
“I team sono consapevoli che qualcosa potrebbe essere sfuggito. Per questo motivo, un cambiamento potrebbe avvenire a stagione in corso, e dovremo stare attenti a come evolverà la situazione”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: