Tanta azione e sorpassi nella gara di Shanghai. Dietro a Rosberg in fuga solitaria tutti quanti si sono impegnati in grandi sfide e lotte. La safety car ad inizio gara ha leggermente rimescolato le carte ma di fatto non stravolgendo la gara. Partenza complicata e movimentata dal contatto fra le due Ferrari.

Diamo i voti ai protagonisti del gran premio di Cina.

Rosberg 9 – Gara perfetta. Inavvicinabile da tutti e con un ritmo spaziale. Paga una partenza non perfetta facendosi passare da Ricciardo ma poi non c’è n’è per nessuno. Saluta il gruppo e chiude a 37’’ davanti a Vettel. Oggi proprio di un altro pianeta. Autorevolezza maiuscola e momento di grazia. Il padrone della baracca al momento è lui, buona pace per Hamilton.

Vettel 7 – La verità è che questa Ferrari, con questa velocità con questa concretezza, deve vincere. Ogni gara senza una vittoria è ormai un’occasione persa; la partenza oggi non è stata perfetta e anche la qualifica poteva essere gestita meglio da Seb. Bellissimo il doppio sorpasso in corsia box su Hulkemberg e Sainz e bella anche la rimonta. Ma da lui e dalla squadra ci vuole di più. Aspettiamo con ansia Sochi per rimediare.

Kvyat 8 – Colpevole o innocente? Questa la domanda del giorno sul tema partenza. Vettel lascia la porta aperta e lui ci si infila. Non proprio una colpa questa. Conquista il terzo posto ed il secondo podio in carriera con pieno merito, con una gara solida e ricca di personalità. Il presupposto migliore per arrivare in casa a Sochi gasato al massimo. Staremo a vedere se la rinascita della Red Bull è completa o solo un fuoco di paglia.

Ricciardo 8 – Il mago dei sorpassi, come sempre. La fortuna non gli sorride e la foratura dei primi giri gli rovina una partenza fenomenale, ma la stoffa è sempre quella e la rimonta gli riesce benissimo. Fantastico peraltro il sorpasso su Hamilton. Grazie Daniel, che quando hai una macchina che funziona ci fai divertire.

Raikkonen 7 – Sfortunato. Questa volta come molte altre. Paga il vecchio errore di essere nel posto sbagliato al momento sbagliato e si becca una toccata da Vettel che lo spedisce in fondo al gruppo. La safety car gli dà una piccola mano e lui risale con personalità e bei sorpassi. Passa pure Hamilton, dunque raddrizza una giornata no. In effetti inizia a saperci fare con la sfiga.

Massa 7 – Felipe sembra essere come il vino, più invecchia e più migliora. Oggi un vero lottatore. Come tutti quelli nelle retrovie combatte e sgomita, e si tiene persino dietro Hamilton per una vita, non proprio uno qualunque. Massa doma alla perfezione la Williams e anche oggi surclassa il compagno Bottas. Come sempre ormai. Complimenti.

Hamilton 6 – Weekend storto per lui. Difficilissimo. Non gira sul bagnato in FP3 e lo paga in qualifica, parte ultimo, perde l’ala e danneggia il fondo, passato pure da gente che di solito non gli si avvicina nemmeno. Fa 5 soste e arriva settimo, quasi accettabile visto il calvario della sua gara. Ormai è chiaro, la fortuna l’ha abbandonato e lui forse dovrebbe lavorare più sodo.

Ma Hamilton è Hamilton e non illudiamoci: tornerà come uno squalo.

di Stefano De Nicolo’

 




A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: