Certamente quello che è successo ieri nel corso del Gran Premio di Monza di F1 resterà negli annali della Storia del motorsport perchè che due contendenti al titolo mondiale 2021 si ritrovino con le due monoposto ammassate l’una sopra l’altra è certamente un evento più unico che raro e ancora una volta, visto tutto quello che è successo nel Tempio della Velocità, conferma come la pista di Monza sia uno dei migliori appuntamenti che la Formula 1 possa permettersi in calendario.

Ma veniamo al dunque: nel corso del 30esimo giro di gara è avvenuto un pesante contatto tra Max Verstappen e Lewis Hamilton, ma l’incidente è frutto di altri errori: anzitutto l’errore del team Red Bull nel corso del pit stop effettuato con l’olandese, stranamente i meccanici non sono riusciti a fare un buon pit stop e anzi hanno costretto Max a fermarsi per ben 11 secondi in corsia box perdendo una marea di tempo. Pochi giri dopo anche Hamilton si è dovuto fermare per smarcare l’obbligo di pit stop che ormai da anni vige in Formula 1 e per la verità nemmeno il pit del britannico è stato dei migliori, poco più di 4 secondi è durata la sosta ai box di Lewis, quanto bastava per permettere ai due contendenti al titolo di arrivare appaiati in prima variante dove è successo ciò che tutti abbiamo visto.

Per regolamento Hamilton, che usciva dai box, non poteva oltrepassare la line bianca continua prima che la stessa fosse finita (vale a dire una 50ina di metri prima della curva 1), non appena messosi in condizione Lewis ha superato la linea bianca per tentare di ostacolare Max che sopraggiungeva a grande velocità dal rettilineo principale, ma Verstappen non si è lasciato intimidire e ha tirato una staccata fortissima inserendosi in curva 1 come se solo lui fosse presente, da canto suo Hamilton ha fatto esattamente lo stesso. Ma quando lo spazio manca non si può fare finta di nulla, le leggi della fisica non sono fatte per essere infrante e cosí Verstappen si è ritrovato a urtare la ruota anteriore destra contro quella di Hamilton, Max è poi finito sui salsicciotti che gli hanno fatto perdere il controllo della monoposto che è a sua volta saltata in testa alla numero #44 di Lewis Hamilton, per fortuna con l’introduzione dell’halo il pilota della Mercedes lamenta ora solo un leggero mal di collo invece di ritrovarsi in ospedale in terapia intensiva.

Ma in ultima analisi di chi è la colpa? Difficile dare un giudizio soprattutto perchè in seguito all’accaduto entrambi i piloti si sono dovuti ritirare dal GP non potendo guadagnare ulteriori punti, ma forse se certamente un concorso di colpa può essere effettuato Max Verstappen potrebbe ritrovarsi lievemente più colpevole di Hamilton visto che, stando ai fatti, all’ingresso della prima variante Hamilton si trovava davanti all’olandese e Verstappen era leggermente dietro di lui. L’olandese avrebbe potuto andare lungo come Leclerc stesso fece due anni fa da leader del Gp, ma in quei pochissimi millisecondi l’olandese deve aver pensato di poter riuscire a percorrere la curva con Lewis, di certo ha rischiato molto perchè sapeva che se fosse andato lungo sui salsicciotti avrebbe poi dovuto lasciar passare Hamilton perchè per regolamento non si può effettuare un sorpasso fuori dalla normale linea di guida della pista.

Ai microfoni di Sky Toto Wolff ha parlato, per fare un paragone con il calcio, di fallo tattico, per fare un esempio che salti alla mente di tutti la trattenuta di Chiellini su Saka negli ultimi minuti della finale di Euro 2020 onde evitare una possibile rimonta dell’Inghilterra sull’Italia. Per Wolff quello che è successo oggi è molto simile: la pista era favorevole alla Mercedes e se Lewis avesse superato Verstappen in prima variante dopo il pit stop probabilmente non ci sarebbe stato più nulla da fare per Max che avrebbe visto Hamilton volare via, di conseguenza l’olandese potrebbe aver deciso di giocarsi il tutto per tutto entrando in curva consapevole del fatto che nella peggiore delle ipotesi (un ko di entrambi) la classifica mondiale sarebbe rimasta invariata sia per lui che per Hamilton e alla conclusione del weekend di Monza considerato il layout della pista questa può essere considerata una vittoria per la Red Bull.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: