Il giovane pilota olandese della Red Bull, con dichiarazioni poco ortodosse, sta respingendo diversi estimatori nel Circus.

Max Verstappen potrebbe trascorrere un Natale sereno, lontano dalle inutili chiacchiere del periodo invernale che affollano i magazine di F1 in un periodo “morto” per il motorsport. L’olandese, anche in un mese nel quale genericamente i piloti preferiscono godersi i loro soldi e la loro privacy divertendosi in giro per il mondo o trascorrendo il tempo con le proprie famiglie, non riesce a domare quell’istinto irrefrenabile di rilasciare dichiarazioni controproducenti per la propria immagine.

Solo poche settimane fa, il 22enne olandese, aveva lanciato pesanti accuse alla Scuderia Ferrari, sollevando un polverone mediatico sulle prestazioni della SF90. Senza tanti giri di parole, Max Verstappen aveva incolpato la Rossa di “imbrogliare”, dichiarando ad Austin: “Questo accade a chi ha smesso di barare“, in riferimento alla performance del Cavallino in terra americana.

Max VerstappenLouis Camilleri, attuale amministratore delegato della Ferrari, ha risposto per le righe all’olandese: “Perché dovrei prestare credibilità a un 22enne? Le dichiarazioni choc generalmente non ti portano molto lontano. A volte il silenzio è più potente: questo è il mio punto di vista”.

La Ferrari ha preferito ridicolizzare l’olandese, utilizzando la strada del silenzio. Camilleri, però, ha sfruttato l’occasione per aggiungere: “Uno che dice che la Ferrari bara non può aspettarsi di finire alla Ferrari. Non gli abbiamo risposto per non dargli visibilità”.

VerstappenMax Verstappen non è stato il solo a lanciare pesanti accuse al Cavallino. Da papà Jos, buon sangue non mente, ad Helmut Marko sino a Toto Wolff, in molti hanno cercato di destabilizzare il lavoro della Scuderia italiana. Mattia Binotto, team principal Ferrari, ha spiegato in una recente intervista che queste strategie in Formula 1 sono finalizzate ad indebolire un team in crescita.

Al riguardo Camilleri ha spiegato: “Verstappen voleva esercitare un’incredibile pressione sulla Ferrari, le sue parole hanno creato molti problemi all’interno della squadra. Capisco la sua frustrazione per il fatto che a volte restiamo in silenzio, ma siamo la Ferrari e dobbiamo evitare le polemiche, non credo che dovremmo abbassarci a questo livello“.
Max Verstappen per non smentire i rumor sulla sua naturale predisposizione all’incontinenza verbale, inversamente proporzionale al suo talento in pista, ha voluto rispondere a Louis Camilleri.

Max Verstappen

La risposta di Max Verstappen

Non mi vedo alla Ferrari in un prossimo futuro – ha annunciato Verstappen a Ziggo SportIo e Leclerc siamo due potenziali numeri uno, non possiamo coesistere. È un rivale duro, lo rispetto e comunque lui non ha influenza sul fatto che io possa avere un posto alla guida della Rossa. Semplicemente è una questione di principio, ho un buon rapporto con lui, ma due come noi non possono far parte dello stesso team”.

Max Verstappen è ancora molto giovane, in F1 le cose evolvono ad una velocità supersonica, ma al momento le porte della Ferrari sembrano già chiuse a doppia mandata per Max. Il rinnovo di Charles Leclerc sino al 2024 certifica la volontà della Rossa di puntare sul suo prodotto dell’Acadamy. Se la Red Bull con il motorista Honda non dovesse ripetere i risultati dell’era Vettel, a Verstappen non resterebbe che pregare la Mercedes di dargli una chance, sempre ammesso che nel 2021 la Mercedes rappresenti il dream team dominante di questi ultimi 6 anni. Max, per vincere in F1 non basta il talento, una volta tolto il casco, occorre anche un po’ di strategia fuori dalla pista. Ma non era meglio goderti le vacanze in religioso silenzio?

A proposito dell'autore

I believe that everyone has a calling, motorsport is my true passion! Addicted to Formula 1 🏆 Formula E ⚡️ Automotive 🖊️ FIA Accredited. Follow me: Twitter | Linkedin

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: