Intervistato da L’Équipe, Charles Leclerc ha ripercorso la stagione 2022 di F1 e allontanato le voci di approdo in Mercedes.

Con la bandiera a scacchi sui test di Abu Dhabi la stagione 2022 di F1 è giunta al termine, e per tutti i piloti e i team è ormai il momento dei bilanci. Tra i protagonisti principali del campionato figura sicuramente Charles Leclerc, che per pochi mesi ha dato l’illusione di poter lottare per il titolo insieme ad una Ferrari ancora troppo acerba. Intervistato da L’Équipe, il numero 16 ha fatto un resoconto sulla sua stagione e confermato il suo totale impegno verso la Scuderia di Maranello fino al 2024, anno della scadenza del suo contratto.

“In generale…” – ha esordito il monegasco, parlando del 2022 – “…ciò che mi ha reso più felice è che siamo tornati competitivi e che finalmente lottiamo per la vittoria o per le prime posizioni. I due anni precedenti sono stati molto frustranti, perché gareggiavamo per posizioni non troppo esaltanti. […] Non ero troppo preoccupato, sapevo che con una macchina veloce sarei potuto tornare a battagliare per la vittoria. E’ stato sorprendente esserci riusciti già quest’anno, dato che sapevamo quanto fosse complicato. Emotivamente, la stagione è stata un’altalena. Abbiamo vissuto un inizio quasi perfetto, le prime tre o quattro gare sono state eccellenti. Poi, sfortunatamente, a metà stagione si sono complicate le cose tra problemi alla Power Unit, penalità ed errori strategici che non ci hanno fatto performare al meglio. A fine anno ci siamo ritrovati leggermente dietro a Red Bull e Mercedes, ma stiamo cercando di ottenere il massimo e soprattutto migliorare per l’anno prossimo”.

Leclerc ha poi commentato i suoi errori e quelli del team in questa stagione: “Sono stati entrambi difficili da affrontare. Da un lato gli errori di guida sono completamente sotto il mio controllo, e possono accadere quando si spinge al limite. Un pilota lo sa, ma quando si sbaglia è comunque frustrante. Ad Imola non ho perso molti punti, ma in Francia è stata più dura, dato che ne ho buttati venticinque in un momento cruciale della stagione. Avevamo ancora una speranza di vincere il titolo e quell’errore ci ha fatto male. Le situazioni che il pilota non può controllare, come quella di Silverstone, non sono facili da accettare. La più dolorosa, però, resta Monaco, perché è l’ennesimo Gran Premio di casa che è andato male. Purtroppo a Monaco mi succede sempre qualcosa, e quest’anno non ha fatto eccezione. Nonostante avessimo gestito bene la parte più difficile, ossia la partenza sul bagnato, abbiamo perso la vittoria a causa di scelte sbagliate”.

“In alcune gare…” – ha proseguito il monegasco – “…non siamo giunti alle giuste conclusioni o ci abbiamo messo troppo tempo a prendere una decisione. Su queste cose bisogna migliorare e dobbiamo fare dei cambiamenti per quanto riguarda il processo decisionale. […] Non è necessario cambiare le persone, è anche una questione di metodo, di comunicazione tra gli ingegneri all’interno del team e di concentrazione sui dettagli veramente importanti”.

Leclerc ha poi chiuso la porta, almeno fino a fine 2024, ad un possibile approdo in Mercedes dopo gli attestati di stima giunti da Toto Wolff nelle ultime settimane: “Il 2024 è molto lontano, resta ancora un po’ di tempo in Ferrari. Correre per questo team è sempre stato il mio sogno. Al momento il mio obiettivo è vincere con la Ferrari, poi vedremo. Sono molto felice qui e voglio vincere con questa scuderia”.

Foto: Alessandro Martellotta per newsf1.it

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: