Gli episodi accaduti in F1 nel GP del Bahrain ai motori Red Bull hanno costretto i due team gemelli (Red Bull stessa e AlphaTauri) a correre ai ripari: la power unit di Gasly è stata infatti sostituita per intero, mentre sulla vettura del Checo Perez sono stati cambiati turbocompressore e MGU-H.
Red Bull che in questo weekend di Formula 1, oltre ad essere chiamata a riscattare la debacle del Bahrain dal punto di vista del risultato, sarà dunque impegnata in un severo controllo dell’affidabilità dei propri motori.


Oltre alla power unit, sulla monoposto di Gasly è stata montata anche una nuova trasmissione; la stessa sorte è toccata anche a Lando Norris e alla sua MCL36, i cui problemi tecnici vanno a sommarsi alle finora scarsissime prestazioni mostrate in pista dalla McLaren.

Ricordiamo che i cambi disponibili per ogni pilota sono quattro: al quinto scatta una penalità da scontare in griglia.
Anche la Alpine di Fernando Alonso ha subito alcune modifiche, con il motore termico della power unit Renault E-Tech RE22 che è stato sostituito in via precauzionale.
Alla monoposto dello spagnolo sono stati sostituiti anche i due motori elettrici (MGU-K e MGU-H) e il turbocompressore. Fernando, autore di una gara piuttosto opaca lo scorso weekend in Bahrain, negli scorsi giorni si era espresso in maniera piuttosto ottimista sulle prestazioni della sua vettura, dichiarandosi soddisfatto di quanto offertogli finora dalla Alpine e fiducioso verso un imminente sviluppo della monoposto. La sua power unit, nel frattempo, è stata spedita in Francia, a Viry Chatillon, quartier generale dell’Alpine, per controllarne eventuali malfunzionamenti.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: