Il pilota australiano, in scadenza di contratto con la Red Bull, negli ultimi mesi è stato accostato a più di un team per il 2019 ma ora sembra che rinnovo con i “bibitari” sia alle porte.

La “silly season” della stagione 2018 ha visto come protagonista Daniel Ricciardo, il quale in scadenza di contratto con la Red Bull era stato accostato a più team, come la Ferrari, per siglare un accordo per il 2019.

Dopo una situazione di stallo, partita nel maggio scorso, dove Daniel sembrava avesse già qualche accordo segreto con gli uomini del team di Maranello, ora i vertici della Ferrari hanno valutato come la richiesta economica sia eccessivamente alta per il pilota australiano oltre al fatto che l’eventuale presenza del driver di Perth non sarebbe molto gradita all’interno del box rosso da Sebastian Vettel. Quindi le porte in Ferrari sembrano definitivamente chiuse.

In casa Mercedes sembra non ci siano problemi nel rinnovare il contratto sia di Hamilton che di Bottas anche se al pilota finlandese, fino ad ora, sono stati offerti solo contratti annuali e quindi il posto sulla seconda Mercedes potrebbe comunque essere ambito da qualche driver. Ma tra le clausole del nuovo contratto di Hamilton, che rinnoverà per altri due anni senza opzione per il terzo anno, sembra ci sia la “buona parola”del pilota inglese sull’attuale compagno di box.

Nelle ultime settimane Ricciardo era stato accostato anche a Renault e McLaren ma tali offerte sono state considerate poco efficaci rispetto a ciò che potrebbe offrire Red Bull.

Quindi l’unica alternativa “competitiva” possibile per Daniel è rinnovare con Red bull. La dirigenza del team anglo-austriaco sembra voler soddisfare sul lato economico il driver di Perth, visto che l’anno scorso Verstappen ha firmato un lucroso rinnovo di contratto. Inoltre Ricciardo è molto curioso di scoprire se la carta “motore Honda” possa essere un alternativa valida per riportare la casa motoristica giapponese al successo.

Secondo le indiscrezioni Ricciardo avrebbe incontrato a Graz, il braccio destro di Dietrich Mateschitz, Helmut Marko e i due avrebbero discusso del rinnovo in cui sembra che sia stato trovato un accordo e che siano solo da rifinire alcuni dettagli.

Non è ancora dato sapere però  quando Red Bull divulgherà l’ufficialità del rinnovo con il driver australiano.

Qualche giorno prima dell’incontro con Ricciardo, lo stesso Marko ha detto come Daniel non avesse molte alternative “vincenti” per la prossima stagione dopo che Ferrari e Mercedes non erano più interessate per le richieste economicamente eccessive fatte dall’australiano.

“Non penso che Daniel sia in una buona posizione nel mercato piloti. Perché con Ferrari e Mercedes che non hanno più un posto, restano solo McLaren e Renault come opzione alternativa, ma sono troppo indietro rispetto alla Red Bull in termini di competitività

“La Renault, per quanto ne so, rimarrà con gli attuali piloti, soprattutto non credo che sia disposta a spendere ciò che Ricciardo ha in mente. Daniel è in una situazione in cui non ha serie alternative a noi, probabilmente si era immaginato uno scenario diverso. Lo vogliamo ma non a qualsiasi prezzo”.

Giuly Bellani