La prima sessione di prove libere del weekend di F1 a Imola sembra averci subito regalato un inequivocabile sentenza: la Ferrari, in questo momento, fa un altro sport.

Libere che si sono aperte con una pista al limite della praticabilità, evidenziando le tante difficoltà dei piloti nel trovare i giusti riferimenti con le vetture ad effetto suolo, al loro esordio sotto la pioggia.
Dopo un primo run di giri per tutti i piloti, le condizioni meteorologiche in miglioramento e l’asciugarsi del tracciato hanno permesso ai piloti di passare dalle gomme full wet alle intermedie, abbassando sensibilmente i tempi sul giro

.
Ferrari e Red Bull subito in palla, con il Cavallino che è parso, però, avere un passo decisamente superiore soprattutto sul finire della sessione con gomme intermedie


Charles Leclerc, autore fra le altre cose anche di una serie di escursioni fuori pista, si prende così la prima posizione in una sessione di libere completamente bagnata, stampando un 1.29.402 con gomma intermedia. Staccato da lui di 877 millesimi c’è il suo compagno di squadra, Carlos Sainz, comunque altamente competitivo dopo l’annuncio del suo rinnovo con la Rossa.


Chiude la top 3 un non troppo contento Max Verstappen, protagonista anche di un paio di scaramucce in pista coi piloti della Williams.
Lontane, lontanissime le Mercedes di Hamilton e Russell, in ancor più difficoltà sotto la pioggia rispetto a quanto gli stessi uomini Mercedes si aspettassero.
Da segnalare, invece, la quarta e quinta posizione delle due Haas motorizzate Ferrari, a conferma dell’ottimo progetto studiata per questo 2022 da Simone Resta e il suo team di ingegneri.


Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: