Intervistato da AMuS, Ecclestone ha giudicato negativamente la Sprint Race di qualifica, formulando una proposta innovativa per ravvivare gli weekend.

In attesa dell’inizio della stagione di F1 in Bahrain, il circus continua a muoversi dietro le quinte. Nella riunione della F1 Commission dello scorso 11 febbraio, infatti, i boss delle varie scuderie hanno avuto un primo incontro con Stefano Domenicali nella veste di CEO della categoria regina, e gli argomenti al centro delle discussioni si sono rivelati caldissimi. Oltre al congelamento delle Power Unit, approvato all’unanimità e già ampiamente affrontato, si è parlato anche della Sprint Race al sabato, in sostituzione della qualifica. Questa proposta prevede che nel 2021 sia testato per tre volte un nuovo format di weekend, nel quale la qualifica sarebbe spostata al venerdì per decidere la griglia della gara del sabato. Il risultato della gara del sabato andrebbe poi a determinare la griglia del Gran Premio vero e proprio. La proposta sarà ridiscussa nelle prossime settimane, ma la sua presentazione ha perplesso tradizionalisti e non, tra cui Bernie Ecclestone.

L’ex CEO della F1, intervistato da Auto Motor und Sport, ha parlato proprio di questo nuovo format, che non trova il suo completo favore. Il britannico ha esordito rivelando che non si tratta di un’idea innovativa: “Le Gare Sprint sono una vecchia proposta della quale si è parlato già ai miei tempi. La chiave è metterle in atto nel modo giusto: le persone guarderebbero il Gran Premio solo se avesse qualcosa di diverso da offrire rispetto alla gara del sabato. E perché la domenica dovrebbe esserci un risultato diverso se la griglia è dettata dai risultati della gara del sabato?”.

Ecclestone ha infine proposto un format tutto nuovo, ben più rivoluzionario rispetto a quello concepito da Domenicali: “Si devono assegnare punti per la Gara Sprint, e quindi invertire la griglia per il Gran Premio. Se il vincitore della Sprint Race ottiene quindici punti, deve retrocedere di quindici posizioni la domenica. Questo è l’unico modo per mantenere alta la tensione. Il mio sistema renderebbe interessanti entrambe le gare, perché a qualcuno potrebbe sorgere un dubbio: meglio far bene nella Sprint Race ma retrocedere in griglia o sacrificare il sabato per guadagnare qualche posizione per il Gran Premio? Inoltre, questo sistema porterebbe in prima fila piloti che normalmente non ne avrebbero la possibilità. In questo modo, certi sponsor otterrebbero molta più esposizione e l’intrattenimento sarebbe migliore per tutti”.

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: