Il team di Hinwil ha deciso di confermare Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi per il terzo anno di fila. L’Alfa Romeo Racing ha investito i due token di sviluppo sull’anteriore, confidando sulla nuova power unit Ferrari.

Dopo una annata sotto tono, fatta di pochissimi acuti e soli 8 punti conquistati, l’Alfa Romeo Racing dovrà riscattarsi nel 2021. L’ottavo posto finale in classifica costruttori non può soddisfare il management della squadra svizzera che spera in un miglioramento sensibile del motore Ferrari.

f1 2021 Alfa Romeo c41

Il destino dell’Alfa è strettamente connesso a quello della Rossa. Se il nuovo motore “Superfast” dovesse essere competitivo, probabilmente, Kimi e Antonio avranno maggiori chance di togliersi qualche soddisfazione nella 72ª stagione della categoria regina del motorsport.

Nel 2020 le poche note positive si sono viste nei primi km di qualche Gran Premio, dove il talento dei piloti ha permesso una rapida rimonta dal fondo della griglia, prima che i limiti della vettura fuoriuscissero alla distanza.

F1 Allfa Romeo Kimi Giovinazzi

Ultima danza per Kimi in F1?

Per Kimi Raikkonen potrebbe essere l’ultima stagione in F1. Il finlandese al momento del rinnovo ha dichiarato: “Per me Alfa Romeo Racing ORLEN è più di un team, è una seconda famiglia. Molti di coloro che ho conosciuto quando ho debuttato in Formula 1 nel 2001 sono ancora qui e l’atmosfera straordinaria che regna nel team mi dà nuove motivazioni per continuare in quella che sarà la mia diciannovesima stagione”.

Il record-man finlandese della F1 con 331 presenze (ha superato Barrichello con 322 GP) ha ancora motivazioni per spingere la squadra ad un duro lavoro.

Non sarei qui se non credessi nel progetto del team e nei risultati che pensiamo di poter ottenere insieme. Per il team il lavoro duro è più importante delle parole, e ciò si addice perfettamente al mio stile: non vedo l’ora di iniziare la nuova stagione e spero che riusciremo a scalare posizioni nella griglia di partenza”, ha dichiarato il finlandese.

Kimi alfaromeo

Speranza Giovinazzi

La bandiera italiana in F1 dovrà essere tenuta in alto dal ventisettenne pugliese. “Credo di essere migliorato molto – ha confessato Giovinazzi – mi sono sentito più a mio agio e in confidenza con la macchina, con la squadra e tutto il resto. Le cose si sono evolute. La prima stagione paghi sempre un forte tributo all’agonismo e all’ansia. Tutto è nuovo, non vuoi deludere nessuno, rischi di commettere errori di valutazione. Ma ora sono molto più fiducioso”.

Tra Kimi e Antonio c’è grande alchimia e rispetto. “È evidente che Kimi per me sia qualcosa di più di un compagno di squadra – ha analizzato Giovinazzi è un mentore, un punto di riferimento. A volte mi basta guardare i suoi video, vedere come affronta determinati tratti dove io trovo delle difficoltà, per capire dove e cosa posso migliorare. Kimi, ancora oggi, credo che sia uno dei migliori piloti in assoluto della Formula 1”.

Un grosso in bocca al lupo ad Antonio, Kimi e al team Alfa Romeo Racing che proverà a rialzare la china nel prossimo campionato F1.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: