Binotto: “Gran giro di Charles. Peccato per Seb”

Archiviate le qualifiche del GP di Gran Bretagna, bisogna subito pensare alla gara di domani. Queste le parole di Binotto sulla qualifica e per la gara di domani.

La soddisfacente qualifica di Leclerc, arrivato a poco meno di 8 centesimi dalle due Frecce d’argento, fa da contraltare alla magra e deludente prestazione di Vettel, arrivato sesto e perfino dietro ad entrambe le due Red Bull. Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, analizza così la prestazione del tedesco: “Sicuramente per Sebastian è stata una qualifica più difficile, adesso vedremo con lui e faremo le nostre analisi insieme. Già la giornata di ieri è stata difficile per i nostri piloti e la nostra vettura perché usavamo molto l’anteriore, avendo problemi di bilanciamento e assetto. Abbiamo lavorato molto durante la serata e la notte al simulatore, per cercare di ri-bilanciare le macchine”

Molto soddisfatto invece per la prestazione del monegasco e aggiunge che il pilota sta crescendo di gara in gara: “Credo che sicuramente Charles ha trovato un buon bilanciamento, si è trovato bene con la macchina. Lo si è visto subito, già dalle FP3 ma poi in Q1, Q2 ha fatto una bella sessione. Nel Q3 ci è mancato pochissimo, ha fatto un bel risultato. L’abbiamo sempre detto, da Barcellona abbiamo individuato delle difficoltà e dei limiti, stiamo lavorando per migliorare la macchina. Il trend è continuo, questo è quello che ci lascia ben sperare”.

 

La strategia svolgerà un ruolo fondamentale durante la gara di domani. Binotto analizza così la decisioni di partire con le gomme soft: “Avremo gomme diverse dai nostri avversari, per scelta. Credo che in Austria abbiamo fatto una scelta molto simile. Il primo stint ci ha dato ragione in Austria, non per forza sarà la stessa situazione qua, ma è sicuramente una carta diversa che ci giocheremo. Non è stato un cambio fatto all’ultimo, sapevamo di volerlo fare. Da parte nostra l’obiettivo era qualificarci sulle soft e partire sulle soft. Le soft danno sempre un vantaggio in partenza, un vantaggio nei primi giri. Sappiamo che domani la gara comunque è lunga e con le gomme che si usurano per tutti potrebbe anche non essere ad un singolo stop. Chissà mai che il primo pit stop arrivi abbastanza presto, la carta delle soft in quest’ottica potrebbe avere il suo vantaggio“.

Alle 15:10 si spegneranno le luci e speriamo di seguire una gara avvincente come è stata la qualifica di oggi.