Recentemente, Toto Wolff ha parlato del futuro di Hamilton, speranzoso che resti in Mercedes, anche se un suo addio potrebbe rappresentare un’opportunità.

Dove andrà Vettel? Cosa farà Perez? Ma Bottas rinnoverà?
Sono molte le domande che circolano in questi giorni nel paddock di F1 sul mercato piloti.
Un mercato, ad oggi, abbastanza tranquillo e con scenari più o meno chiari. Un mercato che potrebbe assumere però scenari insperati nel caso in cui Lewis Hamilton decidesse di non rinnovare il suo contratto in scadenza con Mercedes.
Di questo ha parlato in una recente intervista Toto Wolff che non ha nascosto la sua speranza sul fatto che Hamilton possa restare con Mercedes anche se ha aggiunto che un eventuale addio potrebbe rappresentare un’opportunità per il team.

Per prima cosa, Toto Wolff ha citato un caso eclatante di ritiro inaspettato. Stiamo parlando di quello di Nico Rosberg, a fine 2016, dopo la conquista del titolo mondiale.
Un ritiro che ha spiazzato Toto e la Mercedes tutta, al quale però è subito stata trovata una soluzione.

Wolff

“Quando Nico Rosberg ha deciso di smettere, ho subito pensato che avevamo un’opportunità e penso che la scelta di Bottas si sia rivelata giusta”.

Esposto quello che è l’approccio del team alle situazioni difficili, Wolff ha espresso il suo desiderio di poter continuare insieme in Mercedes con Lewis anche nelle prossime stagioni.
Un desiderio, su cui però il manager Austriaco non ha pieno controllo, ma su cui può avere una discreta influenza dato che Lewis ha più volte sostenuto che lui continuerà con il team di Brackley solo se Toto rimarrà nel ruolo di team principal.

“Spero moltissimo che il nostro rapporto con Lewis continui, ma non ne ho il pieno controllo. Se si perde un membro importante del team, questo crea rischi, ma anche opportunità contemporaneamente. Senza dubbio Lewis è un pilastro della squadra, credo che i valori di moralità e integrità siano assolutamente al primo posto.
Comprendere la posizione e gli obiettivi di Lewis sarà fondamentale per qualsiasi decisione che prenderemo e Hamilton è senza dubbio la nostra priorità. Non ci guarderemo attorno fino a quando io e Lewis non avremo parlato del futuro”.

Detto questo, in chiusura, il numero uno del team della Stella, ha lasciato intendere che, malgrado le volontà comuni di proseguire insieme, il futuro di Mercedes avrà sempre come protagonisti dei piloti di livello.
Di fatto, trovare un top driver, in sostituzione di “The Hammer”, fino a quando le frecce d’argento saranno al top, non sarà un grosso problema.

“Ad ogni modo credo che fino a quando saremo in grado di progettare una monoposto veloce e un motore potente potremo sempre avere la libertà di scegliere a chi affidare i volanti”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: