La squadra statunitense aveva puntato il dito contro il fornitore per quanto riguarda la troppa importanza degli pneumatici in questo mondiale

L’inizio di stagione della Haas è stato molto positivo in Australia, con Kevin Magnussen che ha chiuso sesto e primo degli altri. Nei tre appuntamenti successivi però, il team diretto da Gunther Steiner è andato in netta difficoltà, non riuscendo più a raggiungere la zona punti. Si tratta del peggior inizio di mondiale assieme al 2017, dunque un bottino per nulla soddisfacente nonostante una macchina apparentemente nata bene. Secondo lo stesso Steiner, la squadra ha sbagliato qualcosa nello sviluppo della VF-19, l’attuale Formula 1 sta perdendo la propria identità in quanto è troppo influenzata dalle gomme.

Second Winter Testing 2019; Barcellona; Montmelo’; Circuit of Catalunya, 26 February to 1 March 2019

Mario Isola, capo della Pirelli nel circus, ha risposto a quanto detto dalla Haas al sito russo ‘’Championat’’: “Non è facile giudicare perché credo che tutto ciò sia legato al telaio della loro monoposto. In qualifica sono molto veloci, ma soffrono in gara quando scendono le temperature degli pneumatici e non si mantengono competitivi. Devono trovare una maniera per dare più carico sulla gomma, dato che l’abbiamo progettata per funzionare ad alte temperature”.

Isola è stato molto chiaro, ma quanto detto da lui non lascia tranquilli. La squadra che era maggiormente in crisi con le temperature elevate era la Mercedes lo scorso anno, e adesso le gomme funzionano esattamente in quella finestra. I dubbi vengono e crescono sempre di più, vedremo se Barcellona darà maggiori informazioni.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: