Sono settimane decisive per il mercato dei piloti nei top team di Formula 1. Tra rinnovi e sogni di cambiamento, sono i più giovani a puntare ad un volante prestigioso.

I primi tre team in graduatoria punteranno ad un mix tra giovani promesse e campioni maturi. Se la Red Bull ha già eletto il suo prodigio, assisteremo nelle prossime stagioni ad accoppiamenti interni ai team dove convivranno esperienza ed esuberanza giovanile.

A Maranello tiene banco la questione Raikkonen. Il finlandese è un pilota svuotato da stimoli, dal suo ritorno in Ferrari non è mai riuscito a salire sul gradino più alto del podio. Ha vinto due gare in Lotus, dopo la parentesi WRC, ma mai una corsa in Ferrari dal 2014 ad oggi.
Già a partire dal sabato, con i primi caldi di stagione, Ice man si scioglie e regala metri in griglia ai diretti avversari.

E’ arrivato il momento di Leclerc!” Appena otto Gp, nel team targato Alfa, hanno confermato che il giovane monegasco ha un talento straordinario. Dopo le vittorie in GP3 e in Formula 2, Leclerc non ha patito il passaggio in F1. Un debutto che avrà fatto impallidire anche un fenomeno di precocità come Alonso, che ai tempi della Minardi nel 2001, venne considerato un prodigio, senza aver mai concluso una corsa tra i primi dieci.

Secondo i francesi Alesi ed Arnoux il talento di Leclerc è evidente e potrebbe solo crescere nella scuderia Ferrari. Per René Arnoux, prendere Leclerc è una scelta obbligata: “Senza dubbio, è giovane, veloce, lo fai crescere a fianco di Vettel e quando il tedesco molla, hai in casa il campione pronto senza spendere soldi. Per me è la scelta giusta”.

Inoltre, nella politica di crescita di giovani talenti della Ferrari Driver Academy, con la partenza di Leclerc si libererebbe in Alfa Sauber il posto per il ritorno di un italiano in F1.

Antonio Giovinazzi merita quel sedile e siamo sicuri che non sfigurerebbe al fianco dello svedese Ericsson (11 punti in quattro stagioni e mezzo in F1). Raikkonen, invece, lascerebbe definitivamente il Circus, magari per tornare a divertirsi su una macchina da Rally.

Leclerc, ai microfoni di Sky, ha parlato del suo futuro in rosso: “Le voci sulla Ferrari? Difficile non sentirle. Io ho pazienza, ho 20 anni, ma vedo i media e vedo i rumors. Cerco però di concentrarmi solo su quello che sto facendo adesso in macchina e crescere più velocemente possibile. Non sarebbe positivo iniziare a distrarmi pensando a ciò che potrebbe succedere“.

In Mercedes, la promessa sposa veste di rosa e parla francese. In pista Esteban Ocon ha dimostrato di avere la stella a tre punte tatuata sul petto.  Intervistato dal quotidiano Marca, Esteban Ocon ha dichiarato: “Non sto pensando troppo al mio futuro. Ritengo che la cosa più importante, almeno per adesso, sia restare concentrato sulla pista e sui risultati. Sarà Mercedes a decidere se e quando mi vorrà. L’unica cosa che posso fare è svolgere un buon lavoro qui, cercando di fare il massimo per la Force India”.

Ocon, a soli 21 anni è tra i giovani più promettenti del Circus. Il francese fa parte della Academy Mercedes e sta aspettando solo la chiamata dal suo caro boss Toto. In caso di mancato rinnovo di Bottas, sarà lui il giovane prescelto. Per Lewis Hamilton, invece, è questione solo di ore. Il quattro volte campione del mondo rinnoverà con la Mercedes e andrà a guadagnare circa 45 milioni di euro a stagione, fino al 2020.

Il classe ‘97 Verstappen ha il totale appoggio di Red Bull, con un contratto fino al 2020 congelato dalle parole di Helmut Marko: “Vogliamo che diventi, con il nostro team, il più giovane campione del mondo della storia”.

Daniel Ricciardo, invece, è alla ricerca di risposte: “Tutti parlano di me in Mercedes e Ferrari per il loro potenziale e le loro prestazioni, ma sono lusingato di sapere che ci siano altri team che sono interessati a me. E credo che la McLaren sia uno di questi team”.

L’australiano della Red Bull, prima di rinnovare con la scuderia di Milton Keynes, vuole avere la certezza di non poter approdare in un altro top team e, soprattutto, garanzie sulla motorizzazione Honda. Al riguardo Ricciardo ha dichiarato: ”La prossima settimana la Red Bull spingerà per avere una decisione da me. Voglio parlare con Honda per capire meglio il passaggio al loro motore e sto cercando di chiudere il puzzle della vicenda. Sono abbastanza ottimista”.

Il suo nome rimane tra quelli più chiacchierati al momento. McLaren e Renault stanno corteggiando il talentuoso alfiere della Red Bull a suon di proposte milionarie. Il team di Milton Keynes, vorrebbe trattenere e prolungare il contratto di Ricciardo per altre stagioni, dopo aver ufficializzato il passaggio ad Honda.

Il pilota australiano vorrebbe giocarsi, concretamente, chance di vittoria di un mondiale. L’ipotesi Ferrari, al momento, pare tramontata. Quando Hamilton annuncerà il rinnovo con Mercedes, non più tardi di Silverstone, Daniel Ricciardo chiarirà il suo futuro.