Notizie F1

Red Bull, Verstappen senior interviene da possibile paciere

Jos Verstappen interviene sulla difficile situazione Red Bull. Il suo proclama suona così: ragazzi, va bene che si è in gara ma la Formula Uno è sempre uno sport e un bel gioco, quindi perchè rovinarlo con sterili polemiche? Ma ha anche questo volto: signori cari, state sul tetto del mondo dei motori dopo soli due Gran Premi e ingaggiate litigi? No, Jos Verstappen, padre del Max fu pigliatutto nel 2023 ed è e forse sarà pigliatutto nell’anno di grazia 2024, intona un refrain chiaro: peace and love. A rombo di motori, si capisce.

“C’è un problema di potere- dice all’agenzia di stampa belga Sporza con parole riprese dalla Gazzetta dello Sport Jos il capostipite della famiglia motoristica della terra dei tulipani – che è parte della questione ma credo che sia anche necessario che adesso ci sia un po’ di pace all’interno del team, c’è bisogno di ritrovare la calma , anche se, considerando le circostanze, immagino ci vorrà del tempo, non posso dire molto al riguardo ma spero solo che ci si possa concentrare nuovamente solo sulle gare, perchè è quello che conta di più ed è importante che Max continui a vincere”. Qualche goccia di interessamento di parte c’è. Ma appartiene al novero della logica. Quando vedi tuo figlio che vince, vince e ancora vince e si mette la concorrenza alle spalle regolarmente anche quando magari non è al top della forma, vuoi sempre che conceda repliche.

La macchina va molto forte– prosegue – e tra lui e gli ingegneri non vi è nessun problema, la maggior parte delle volte è capace di spegnere la testa e non pensarci, ma è anche vero che gli vengono poste tantissime domande su questa vicenda, non gli fa molto piacere, ma fa parte della Formula Uno”. Parla da padre, quasi da suo addetto stampa, certamente da inguaribile appassionato Jos Verstappen. Ma vai a dargli torto quando si domanda: state stracciando la concorrenza e vi tirate i coltelli? Concludendo che, di logica, proprio non ve ne sia.

Lascia un commento