Porsche sta “considerando seriamente” un programma di Formula 1 e prenderà presto una decisione in base alla tabella di marcia tecnica del campionato e ai piani di controllo dei costi.

Come riportato in precedenza da The Race, la F1 spera di introdurre una nuova formula del motore nel 2026 con una maggiore potenza elettrica prodotta da un’unità di potenza ibrida semplificata. Fa parte di una spinta per indurre il Gruppo Volkswagen a impegnarsi nella serie con i suoi due principali i marchi di sport motoristici Porsche e Audi, attraverso un legame di motore con la nascente divisione Powertrains di Red Bull.

Il nuovo amministratore delegato di Porsche Motorsport, Thomas Laudenbach, ha affermato: “non è un segreto che stiamo seriamente considerando un programma di F1”.

The Race, inoltre, conferma che la decisione decisiva potrebbe essere fatta in una riunione del consiglio alla fine di novembre, ma dovrebbe essere resa nota entro la fine di quest’anno in entrambi i casi.

“Non c’è ancora nessuna decisione presa”, ha detto Laudenbach. “Ma ci stiamo pensando e prenderemo una decisione. Ma non posso davvero dire esattamente quando. Una cosa è chiara, se si prende una decisione del genere, non si può aspettare troppo. Perché se vuoi correre nel 2025, o nel 2026, devi iniziare a una certa ora”.

In precedenza si pensava che un impegno del Gruppo VW nei confronti della F1 lo avrebbe costretto a scegliere tra Porsche o Audi che si univano alla griglia. Entrambi sono stati finora presenti per i colloqui e, come riportato il mese scorso, è possibile che entrambi possano entrare in F1.

Un progetto del motore del gruppo VW condiviso insieme a Red Bull Powertrains ridurrebbe enormemente le spese di un programma di F1 e i due produttori potrebbero quindi intraprendere partnership con team diversi.

Si ritiene che la Red Bull e uno dei team con motore Mercedes esistenti, molto probabilmente la McLaren, siano i partner preferiti.

Porsche ha attualmente un impegno per le monoposto di prim’ordine mentre corre nella serie elettrica di Formula E, da cui Audi si è appena allontanata, insieme ai colleghi produttori tedeschi Mercedes e BMW. Un maggiore impegno per l’elettrificazione dalla F1 è una delle cose chiave che Porsche deve vedere per considerare la F1 utile.

Le parti interessate della F1 e i produttori di motori stanno discutendo sulle nuove regole del motore che probabilmente porteranno all’abbandono della MGU-H, la parte più complicata del sistema ibrido.

Ma la F1 vuole mantenere l’elemento ibrido come parte fondamentale dell’infrastruttura del motore, e il suo piano per farlo senza l’MGU-H è aumentare la potenza in uscita dall’MGU-K da 120kW (161bhp) a potenzialmente 350kW (469bhp) . Ciò avrà probabilmente un effetto a catena anche per la tecnologia delle batterie, al fine di alimentare l’MGU-K potenziato.

“Se guardiamo a cosa stanno annunciando le case automobilistiche riguardo alla quota di veicoli elettrici che venderanno in futuro, è molto importante che la Formula 1 passi verso l’elettrificazione”, ha affermato Laudenbach. “Sì, è chiaro che non puoi fare un tale formato con un veicolo elettrico a batteria. Lo sappiamo tutti. Ma penso che ci debba essere una priorità molto più alta per la parte elettrica del gruppo propulsore. E un altro aspetto è che se entri in Formula 1 come un nuovo concorrente, come un nuovo produttore di propulsori, ovviamente la tua vita è molto dura se entri in base a una serie di regole in vigore da molti anni. Se qualcuno – e questo non ha nulla a che fare con Porsche, penso che sia una cosa generale – pensa davvero di entrare in questo campionato come costruttore di propulsori, dovresti sempre combinarlo con un importante cambiamento nelle regole, in modo che tutti debbano fare un passo.”

L’eliminazione dell’MGU-H eliminerebbe gran parte del vantaggio del produttore esistente perché richiederebbe un design completamente nuovo dell’unità di alimentazione.

Porsche vuole “più parti standard nel motore per ridurre la libertà nel motore e aumentare la libertà della parte elettrica”. Se guardi ai valori delle pubbliche relazioni, alla base di fan, al valore pubblicitario, la Formula 1 è estremamente buona rispetto ad altre serie”, ha affermato Laudenbach. “Non c’è dubbio. Allo stesso tempo, devi spendere un sacco di soldi. Quindi penso che un altro punto sia che il controllo dei costi è in atto.

Porsche e Audi tornerà alla 24 Ore di Le Mans nel 2023 nella categoria LMDh, il che, insieme all’impegno FE di Porsche, spiega perché è necessario un percorso di riduzione dei prezzi in F1.

In precedenza Porsche si era spinta fino alla costruzione di una versione di prova di un motore ibrido da F1 e non si era mai impegnata. Ma Laudenbach ha insistito che questa situazione è diversa, suggerendo che l’interesse di Porsche potrebbe finalmente tradursi in un vero ingresso.

“Molte cose stanno andando nella giusta direzione riguardo alla Formula 1″, ha detto. “Molti dei fattori, da quello che sappiamo, potrebbero diventare veri. Questo è qualcosa che lo rende molto più interessante per noi rispetto agli anni passati”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: