La Mercedes stacca la concorrenza con Raikkonen quarto dietro le  Red Bull. Quinto Vettel davanti a Grosjean

A pensar male si fa sempre presto, ma i risultati di questo venerdì di prove libere non aiutano di certo ad allontanare sinistri pensieri. La Mercedes sembra essere tornata sui livelli di Barcellona, dopo due gare con prestazioni non esaltanti. Qui in Francia, si utilizzano le stesse coperture con battistrada ribassato della Barcellona, proprio dove la Ferrari andò in netta difficoltà. Potrebbe essere solo un caso, ma sicuramente non si spiega la netta differenza tra le frecce d’argento e le rosse in questa giornata dopo lo strapotere di Vettel in Canada.

A dettare legge è stato ancora una volta Lewis Hamilton, ma con tempi più alti rispetto alla mattinata. 1’32”539 su gomma UltraSoft, dunque a quasi mezzo secondo da quanto visto nella prima sessione. Ha impressionato soprattutto la facilità con la quale l’inglese scendeva in pista ottenendo subito la prestazione, segno di una vettura perfettamente bilanciata in questo tracciato nuovo per tutti. All’inseguimento (ma molto da lontano) ci sono le Red Bull di Ricciardo e Verstappen staccati di appena 28 millesimi l’uno dall’altro. A preoccupare è però il gap dalla vetta, con l’australiano che accusa oltre 7 decimi da Hamilton.

La Ferrari ci ha ormai abituato a dei venerdì poco felici, in cui la macchina non è perfettamente assettata e nella notte i meccanici ed i tecnici del Cavallino dovranno lavorare molto per sperare di battagliare con i primi domani. Rispetto al passato però, il distacco dalla Mercedes di oggi è molto più evidente: Raikkonen è quarto a 887 millesimi dal battistrada, mentre Vettel ( quinto) accusa 1”.150 di ritardo. La nota positiva della giornata in casa Ferrari è stato un ottimo passo gara, segno che la SF71-H è comunque competitiva e che servirà un pò più di lavoro del solito per farla funzionare al meglio.

Continua ad andar fortissimo la Haas, sesta con un Romain Grosjean evidentemente rivitalizzato dalla gara di casa. Per il francese appena 10 millesimi di ritardo da Vettel, più o meno come in mattinata e questo fa capire quanto potenziale potrà tirar fuori la rossa nella giornata di domani. Problemi invece per Bottas, soltanto settimo ma con un miglior tempo ottenuto addirittura con le gomme a mescola Soft. Il finlandese ha abbandonato il box quando mancava mezz’ora dal termine della sessione non disputando le simulazioni di qualifica e passo gara. Top ten completata da Alonso, Magnussen e Gasly.

 

Fotogrammi delle libere 2 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: