Nico Rosberg conquista la sua prima Monza grazie “all’intercessione” al via di Lewis Hamilton: il poleman fa pattinare allo start le gomme posteriori della sua W07 Hybrid e viene bruciato anche dalle due Ferrari, autrici di un’ottima partenza (con Vettel che quasi insidiava pure Nico alla prima variante), e dalla Red Bull di Ricciardo.


Di fatto la gara s’è poi conclusa qui: infatti, nonostante la buona volontà degli uomini del Cavallino, le Mercedes hanno mostrato un passo assolutamente irraggiungibile per tutti gli altri, potendosi permettere una strategia di una sola sosta dove, sia con mescole Soft che Medium, riuscivano a girare su tempi più rapidi di quelli delle Ferrari che, con una strategia a due soste, montavano una gradazione di mescola più morbida (rispettivamente SuperSoft e Soft).
Lewis Hamilton ha così infilato nei primi giri Ricciardo (giunto poi 5°, che ha fatto vedere comunque uno “sprazzo” della sua classe nel sorpasso, in prima variante, della Williams di Bottas dotata della potentissima p.u. Mercedes) ed il finnico della Williams (Valtteri 6° al traguardo con una FW38 velocissima sui rettifili monzesi), e ha poi controllato le due Rosse con la strategia.
Vedremo se su circuiti meno veloci, come quello di Singapore, Ferrari e (probabilmente) Red Bull riusciranno ad impensierire le Frecce d’Argento, ma con l’ultimo upgrade di motore degli anglo-tedeschi la cosa sembra sempre più difficoltosa.
Un podio e un quarto posto per le due SF16-H nella gara “di casa”, con Vettel, giunto sul gradino più basso, a godersi lo spettacolo dello splendido podio brianzolo. Kimi Raikkonen ha pure tentato d’ottenere sul finale il giro più veloce in gara, “scippatogli” a due giri dal termine dalla McLaren di Fernando Alonso (giunto al traguardo solo 14°), che aveva, con tal proposito, montato le gomme SuperSoft.
Il Cavallino tornerà in pista già da martedì sul circuito di Barcellona, per una due giorni di test, con entrambi i piloti titolari, degli nuovi pneumatici “large” Pirelli per la prossima stagione.
Ferrari e McLaren, due team delusi per diversi motivi, che aspettano il 2017 per cercare di tornare a quella vittoria che fa parte del loro DNA: e la McLaren dovrà farlo senza Jenson Button (oggi 12°), che si prende un “anno sabbatico” restando come track-ambassador, con l’opzione di poter rientrare nel Circus per il 2018. Al suo posto il giovane Stoffel Vandoorne, che ha conquistato in Bahrain il primo punto iridato 2016 per la scuderia di Woking, quando aveva sostituito Alonso.
Nei restanti migliori dieci troviamo Verstappen (7° ed autore di una gara incolore, segnata dal pessimo start in griglia), le due Force India (ottave e decime con Perez e Hulkenberg, che han subito il controsorpasso, nella classifica mondiale Costruttori, della Williams) e la seconda Williams di Felipe Massa (9°), alla sua ultima Monza da pilota di Formula Uno.
Nella corsa all’iride piloti Nico Rosberg si riporta a soli 2 punti dal capoclassifica compagno di team, e si affida agli errori del tre volte iridato per giocarsi ogni possibile residua chance di successo finale.
Tra due settimane, in quella Singapore teatro, nella scorsa stagione, di un Gran Premio dominato dalla Ferrari di Sebastian Vettel, avremo nuove risposte in proposito.

di Giuseppe Saba (Twitter: @saba_giuseppe)

CLASSIFICA GRAN PREMIO D’ITALIA FORMULA 1 2016:

Pos No Driver Car Laps Time/retired  Pts
1 6 Nico Rosberg ROS Mercedes 53 1:17:28.089 25
2 44 Lewis Hamilton HAM Mercedes 53 +15.070s 18
3 5 Sebastian Vettel VET Ferrari 53 +20.990s 15
4 7 Kimi Räikkönen RAI Ferrari 53 +27.561s 12
5 3 Daniel Ricciardo RIC Red Bull Racing TAG Heuer 53 +45.295s 10
6 77 Valtteri Bottas BOT Williams Mercedes 53 +51.015s 8
7 33 Max Verstappen VES Red Bull Racing TAG Heuer 53 +54.236s 6
8 11 Sergio Perez PER Force India Mercedes 53 +64.954s 4
9 19 Felipe Massa MAS Williams Mercedes 53 +65.617s 2
10 27 Nico Hulkenberg HUL Force India Mercedes 53 +78.656s 1
11 8 Romain Grosjean GRO Haas Ferrari 52 +1 lap 0
12 22 Jenson Button BUT McLaren Honda 52 +1 lap 0
13 21 Esteban Gutierrez GUT Haas Ferrari 52 +1 lap 0
14 14 Fernando Alonso ALO McLaren Honda 52 +1 lap 0
15 55 Carlos Sainz SAI Toro Rosso Ferrari 52 +1 lap 0
16 9 Marcus Ericsson ERI Sauber Ferrari 52 +1 lap 0
17 20 Kevin Magnussen MAG Renault 52 +1 lap 0
18 31 Esteban Ocon OCO MRT Mercedes 51 +2 laps 0
NC 26 Daniil Kvyat KVY Toro Rosso Ferrari 36 DNF 0
NC 94 Pascal Wehrlein WEH MRT Mercedes 26 DNF 0
NC 30 Jolyon Palmer PAL Renault 7 DNF 0
NC 12 Felipe Nasr NAS Sauber Ferrari 6 DNF 0

 

A proposito dell'autore

Professionista del settore Sviluppo e Gestione Risorse Umane, appassionato "fino al midollo" di Motorsport e Automotive, vorrebbe far confluire queste due competenze nel "lavoro dei sogni". Perché " se lo puoi sognare, lo puoi fare". LinkedIn: https://it.linkedin.com/pub/giuseppe-saba/103/260/51b Twitter @saba_giuseppe

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: