F1 NEWS  VETTEL IN FERRARI NEL 2015 COSA SI ASPETTANO L’UNO DALL’ALTRO?


Ammesso e non concesso che sto’ matrimonio si faccia, quale delle due parti si aspetta più dall’altro? E poi è una vera unione portata da amore reciproco? La Ferrari negli ultimi anni ha spesso ingaggiato dei Piloti già Campioni del Mondo, Schumacher ed Alonso erano già iridati, Raikkonen lo è diventato strada facendo, Massa ha mancato di poco l’obiettivo e lo Spagnolo è quello che più si è avvicinato alla sudata vittoria negli ultimissimi anni, adesso arriva il Tedesco, sì perché Vettel è Vettel è addirittura un 4 volte Campione, un ragazzo oramai uomo che ha deciso di andar via dal Team che tanto successo gli ha regalato e di intraprendere una strada difficile ma potenzialmente gloriosa; non c’è dubbio che la decisione arrivi da lontano, probabilmente vecchia di un anno, innescata dal cambiamento di gomme del 2013, tutti ricordiamo Alonso nel GP di Barcellona e i suoi Team-radio, era felice per la vittoria ma ancor di più lo era per una stagione che finalmente poteva regalargli il 3° titolo, poi la vicenda (che ho ampiamente raccontato in un articolo…) ha preso una diversa piega, gomme sostituite e Ferrari da 3° posto, ecco, questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, lo Spagnolo che comincia (di nuovo…) a fare l’ironico, a lanciare battute anche contro il suo Team, deluso dalla mancanza di potere della Rossa, rea a parer suo di non ‘pesare’ politicamente oltre che colpevole di non dargli una vettura anche solo di 2 decimi inferiore alla concorrenza, a Maranello hanno ben capito che il rapporto, che aveva preso una piega molto positiva ad inizio 2013, si stava deteriorando e quindi si sono guardati intorno, altri contatti c’erano già stati nel 2012, ma si è passati ai fatti proponendo a Vettel un pre-contratto con vincolo a partire dal 2015, perché così presto? Per un semplice motivo, la vettura 2014 era un’incognita reale e nel Team non ci sono degli sprovveduti, se la macchina fosse risultata vincente tutto sarebbe filato liscio, Ferrari ed Alonso vincenti insieme e tutti felici, al contrario, con una vettura mediocre chi avrebbe più frenato i mal di pancia dello Spagnolo? Ora di tutta la situazione la Red Bull che è sempre molto ben informata (ricordate furono loro a parlare di doppiaggio da parte di Mercedes ad inizio Campionato?) è chiaramente venuta a conoscenza e non è un caso che il Tedesco quest’anno non ottenga dei risultati apprezzabili, tanti sforzi apparenti fatti dalla casa delle lattine, telai nuovi ad esempio, ma la realtà è che probabilmente Vettel ha subito lo stesso trattamento riservato a Webber, in Red Bull sono molto abili in certe strategie e negli anni passati ne abbiamo avuto prova visto che il Team Austriaco è sempre stato al centro di polemiche e sospetti; Vettel nel frattempo è cresciuto, sì sembra strano dire questo di un 4 volte Campione del Mondo, ma è cresciuto come carattere dimostrando umiltà, spesso lo abbiamo visto spingere l’auto, e dimostrando anche una voglia di vincere che non ti aspetti da chi molto ha vinto, ecco lui ha avuto il suo anno ‘sabbatico’ seppur in attività, un anno in cui ha ben capito le strategie Red Bull, un anno da cui è scomparso dagli spot della bibita ed è stato rigettato dal tritacarne mediatico, ed allora quale scelta migliore di approdare nel Team della Leggenda? Con un progetto a scadenza triennale? Del resto è ancora giovane ed ha tutto il tempo davanti per diventare un altro Schumacher, il suo Connazionale forse più famoso in assoluto, perché ora nonostante i titoli non è così popolare, la Ferrari dona quel tipo di successo, perché è la Squadra che ha più tifosi al Mondo, perché è il brand più forte, perché tutti o quasi iniziano a guidare sognando una Rossa… Insomma Vettel si aspetta il successo, il rispetto, e non di fare il ‘fantoccio-pilota’ che serve a vendere lattine, scaricato appena arriva un volto nuovo, giovane e più trendy…

Dal canto loro a Maranello puntano sull’esperienza di Vettel, sulla sua anagrafica, sul Know-how che porterà inevitabilmente arrivando dal Team che ha vinto nelle ultime 4 stagioni, sulla maturità oramai acquisita e su una passione che sembra sempre esserci stata nel cuore del Tedesco, ma la scelta (se scelta ci sarà ufficialmente) è dettata anche da altri fattori in cui lo sport puro c’entra poco, Vettel dovesse andar male potrebbe essere il capro espiatorio di una situazione in Squadra quasi irreale, l’incapacità di lavorare come fanno gli altri, con simulatori e gallerie del vento non all’altezza della situazione, propulsori ( eh sì le Power Unit) inferiori alla concorrenza e il famoso ‘peso politico’ che veramente sembra essere scomparso in seno al Cavallino Rampante, e poi ingaggiare il Tedesco farà inevitabilmente salire le azioni della FCA (Fiat Chrysler Automobiles), gli investitori crederanno in un nuovo progetto con un pluricampione come protagonista… Insomma la Ferrari fa un ottimo acquisto che poi potrà ‘gestire’ molto più facilmente dello scomodo, veloce ed ingombrante Alonso, sempre pericoloso, comunque, da avere come avversario, un Ronin con tanta voglia di riscatto e noi ben sappiamo quanto conti essere motivati per vincere. Un altro fattore che stuzzica la mia fantasia e che mi porta ad essere positivo in questo momento, è il fatto che tutti danno la Rossa nettamente inferiore alla Mercedes nel 2015 e qui voglio contraddirmi con quanto detto sopra, e se invece il cambiamento di quel famoso 48% dei componenti delle Power Unit permettesse alla Ferrari di essere competitiva fin da subito? Magari con una vettura finalmente cresciuta aerodinamicamente a Maranello e che risolva una volta per tutte l’annoso problema della trazione e carico ? Allison potrebbe averci azzeccato e confezionato una vettura stavolta veramente innovativa e trovare l’uovo di Colombo al primo colpo, non voglio neppure pensare a quante polemiche assisteremo, con Vettel che diventa il ‘più forte di tutti i tempi’, Alonso che non crede ai suoi occhi e tutti i tifosi a chiedersi dov’era il ‘trucco’ di una Rossa che era sempre lì ma non riusciva ad arrivare in cima. Il mercato Piloti è solo al’inizio delle sue battute, ma sono sicuro ci sarà da divertirsi.

Marco Asfalto   

Twitter : @marcoasfalto

Seguici su Facebook Clicca su Mipiace

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: