Le Ferrari si confermano al top, ma Hamilton e Bottas restano coperti. Lontane le Red Bull

Terminano le prove libere del Gran Premio del Canada, con le due Ferrari che sono rimaste al comando delle operazioni ma invertendo l’ordine di classifica. Davanti a tutti c’è Sebastian Vettel, con i tempi che sono nettamente calati rispetto a ieri. Tutti hanno utilizzato le gomme Soft, con il tedesco che ha già sfiorato il record della pista ( che gli appartiene) girando in 1’10”843, con il quale si è tenuto alle spalle Charles Leclerc per 139 millesimi. Le rosse sembrano in ottima forma, ma anche a Monte-Carlo la terza sessione di libere aveva visto primeggiare il Cavallino, poi le Mercedes hanno dominato le qualifiche.

Le favorite per la prima fila restano dunque le frecce d’argento, piazzatesi al terzo ed al quarto posto con Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Il britannico è staccato di oltre tre decimi, più in difficoltà il compagno di squadra attardato di quasi sette decimi. Ferrari e Mercedes sono molto vicine nei primi due settori, mentre la grande differenza emerge nell’ultimo tratto, quello più veloce. Questo fatto può essere letto dicendo che le W10 non hanno ancora tirato fuori tutto il potenziale della nuova power unit, cosa che gli potrebbe permettere di giocarsi ampiamente la pole.

Lontane le Red Bull targate Honda: quinto Max Verstappen, con Pierre Gasly che finalmente è riuscito a stargli vicinissimo pagando appena 72 millesimi, ma il ritardo dal battistrada si aggira per entrambi sul secondo. Settimo un positivo Daniel Ricciardo con la Renault, molto vicino alla monoposto che guidava lo scorso anno. Ottavo Lando Norris con la McLaren, mentre chiudono la top ten Lance Stroll sulla Racing Point seguito dalla Toro Rosso-Honda condotta da Daniil Kvyat.

Undicesimo Nico Hulkenberg, mentre arretra la Haas di Kevin Magnussen che ieri era quinto. Male anche Carlos Sainz, ben lontano dalle performance del venerdì. Dietro di lui c’è Albon, seguito dalle Alfa Romeo Racing di Giovinazzi e Raikkonen. Grosjean precede le Haas di Russell e Kubica, mentre chiude Lance Stroll che non ha portato a termine nessun giro. Questo è un piccolo campanello d’allarme per la Mercedes, visto che dal posteriore della sua Racing Point è uscito del vistoso fumo. Alle 20 ora italiana la qualifica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: