F1 Mc Laren – Se la giocheranno. Come molte altre volte. Terzo in griglia l’uno, quinto l’altro, Lando Norris e Oscar Piastri si sono ancora una volta ritagliati le condizioni per poter disputare un Gran Premio ad alta voce. E, nella prova nella terra dei canguri, hanno l’intenzione di fare il botto. Che, vista la conclamata imprendibilità (almeno per ora) di Max asso pigliatutto del mondial che fu e ora è padron, potrebbe significare al massimo secondo posto. Già ottenuto ampiamente lo scorso anno, quindi fattibilissimo.

“Sono soddisfatto per le qualifiche – spiega Norris- lottare con Red Bull e Ferrari sarà una sfida dura, ma se riuscissimo a stare davanti a qualcuno ne sarei felice, in macchina nelle prove mi sono sentito particolarmente a mio agio e non mi capita molto spesso, mi attendo che la Red Bull sia un passo avanti rispetto alle gomme, dopo il quindicesimo passaggio si potrebbe cominciare a vedere se la situazione comincerà a essere buona”.

Insomma, buone vibrazioni per cercare di prendersi un gradino di podio che manca dal Gran Premio del Brasile dello scorso anno, terzultima prova del mondiale.

Buona fiducia anche da parte di Piastri che al podio ci è già andato a fil di carezza in Arabia Saudita giungendo al quarto posto. Anche in lui romba la voglia di podio che vuole assopire da quando ottenne l’ultimo in Qatar nel 2023 giungendo al secondo posto e facendo filotto dopo il terzo gradino conquistato nel Gran Premio precedente in Giappone.

In casa Mc Laren regna insomma la fiducia. E a ragion veduta.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto