Il nuovo motore della Formula 1 avrà un considerevole aumento di potenza sulla MGU-K per compensare la probabile eliminazione della MGU-H.

La F1 è sempre più proiettata al futuro. Fra pochi mesi vedremo le nuove monoposto ad effetto suolo progettate sulla base dei nuovi regolamenti tecnici ma all’orizzonte c’è anche il discorso legato ai motori. Le power unit che vedremo sulle vetture del 2022 verranno congelate fino al 2025.

Ferrari f1 2022
Ferrari f1 2022

Anno previsto del debutto per i nuovi motori, anche se le voci su un possibile slittamento al 2026 sono sempre più insistenti.

In una Formula 1 che continua a parlare di budget cup, di limitare il numero di componenti nell’arco della stagione risulta difficile capire agli addetti ai lavori e ai tifosi il motivo di avere power unit così tecnologiche e costose: circa due milioni di dollari l’una. Al centro del dibattito degli incontri tra motoristi, FIA e Formula 1, (ultimo incontro avvenuto a Monza) c’è l’eliminazione della MGU-H che porterà a rendere più semplice la concezione del motore e a dimezzarne il costo. Secondo Auto Motor und Sport, con questa tipologia di power unit, la F1 ha cercato di attirare nuovi produttori a seguito, anche, del ritiro di Honda a fine stagione. Red Bull sta creando una nuova divisione Powertrains per rilevare i motori Honda dal 2022 e prepararsi a costruire il primo motore Red Bull F1 per il 2026 ma anche Porsche e Audi potrebbero fare il loro ingresso nella massima serie motoristica. Entrambi i marchi Volkswagen erano presenti durante gli incontri sin qui svolti. Alcuni scenari vedrebbero anche Volkswagen e Red Bull potenziali partner. Con il marchio tedesco che in caso di una collaborazione con più team potrebbe portare in griglia sia il nome Porsche che Audi.

Sempre secondo le indiscrezioni di Auto Motor und Sport, per recuperare l’assenza della MGU-H aumenterà la potenza in uscita dalla MGU-K che passerà da 120 kW (161 CV) a, potenzialmente, 350 kW (469 CV). Ciò significa che le dimensioni e il peso della batteria aumenteranno per raccogliere e distribuire l’energia necessaria, anche senza MGU-H.
Manca ancora l’accordo fra i teams su quanta spesa sarà consentita e tra chi maggiormente spinge per limitare i costi c’è proprio la Mercedes. I prossimi incontri saranno fondamentali verso la Formula 1 del futuro.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: