Tra i giovani talenti che si stanno affacciando al mondo del motorsport, troviamo il finlandese William Alatalo. Scopriamolo insieme.

Tramite il nostro opinionista Alessandro Giandelli abbiamo conosciuto un giovane talento del motorsport internazionale, vale a dire il finlandese William Alatalo, che ci ha concesso un’intervista in esclusiva nel week-end di Imola.

1) William, hai trascorso tanti anni in Kart prima di trasferirti nelle monoposto. Descrivici le differenze tra le due categorie.

”Il Kart è quello in cui ogni pilota inizia la propria carriera. Sono salito a bordo per la prima volta quando avevo 7 anni e questo mi ha portato dove sono ora. Questa categoria è molto diversa da tutte le altre, visto che lo stile di guida differisce totalmente. La Formula è più pesante e veloce, e richiede molti più dettagli da sistemare per farla rendere al meglio. Il Karting è più frenetico, in quanto le piste sono molto brevi ricche di curve”.

2) Nel 2018 hai vinto la tua prima gara con una monoposto, quali sono state le tue sensazioni?

”Ero a Monza e correvo in Formula 4, fu un giorno fantastico e lo ricordo come se fosse ieri. Quel tipo di sensazioni non capitano spesso, vista soprattutto la bellezza di quella pista. Sicuramente è qualcosa che porterò sempre con me”.

3) Com’è stata la tua stagione 2019 nella Formula 4 italiana?

”Si è trattato della stagione più dura di sempre per me. Ogni week-end faticavo, ci mancava un pò di velocità ed in ogni pista eravamo indietro rispetto agli altri. A volte siamo stati fortunati, altre meno, ma non abbiamo mai portato a casa dei grandi risultati. Ho combattuto tutti i fine settimana, non raggiungendo quello in cui speravo”.

4) Stai correndo in una nuova categoria, con pole ad Imola lo scorso luglio ed un podio con una squadra italiana. Come ti senti a partecipare ad un week-end assieme alla Formula 1?

”Trovo sia fantastico tornare ad Imola, soprattutto a fianco della F1. Non vedevo l’ora che arrivasse questo fine settimana ed è la prima volta che mi trovo a correre assieme alla massima serie, tutti nel nostro team si sono preparati al meglio. Non vedo l’ora di scendere in pista!

5) Sei finlandese ma corri in una squadra italiana. Com’è il rapporto con questo paese?

”Sono nato e cresciuto in Finlandia. Quando ho iniziato a correre nei kart in Europa, ho viaggiato spesso in Italia. Spesso i miei meccanici ed ingegneri erano proprio italiani nelle squadre in cui ho corso. Devo dire che è stato fantastico imparare la cultura italiana, mi sono divertito nei due anni di Formula 4 corsi qui. Ho passato molto tempo nel vostro paese ed ho apprezzato ogni singolo istante, e poi amo la vostra cultura culinaria. Mi piace molto l’avventura che sto vivendo con il team italiano JD Motorsport, un viaggio molto emozionante”.

6) Puoi parlarci del tracciato di Imola? Spiegaci i tratti più interessanti di questo circuito che immagino ti piaccia molto.

”Imola è una pista difficile e molto tecnica. Ci sono delle splendide curve ed è priva di tratti che non gradisco. La curva più bella è sicuramente quella delle Acque Minerali, per me è un gran piacere correre qui”.

7) Per ogni giovane pilota il sogno è di arrivare in Formula 1. Cosa ne pensi di questa categoria oggi?

”Esatto, ognuno di noi sogna un giorno di arrivare lì in alto. Le Formula 1 sono estremamente veloci e bellissime, con i migliori piloti al mondo a guidarle. Ritengo che le regole 2022 siano piuttosto interessanti, spero che presto potremo vedere delle grandi battaglie per il podio. Dovrebbe succedere ogni anno come in questo 2020, vale a dire correre sempre in delle piste nuove ed affascinanti”.

Ringraziamo sentitamente William Alatalo, protagonista quest’anno in Formula Renault Eurocup, autore anche di una pole nella scorsa estate.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: