Il bello o l’ostacolo della Ferrari? Le due facce della stessa medaglia vedono un Carlos Sainz “pacato” e un Charles Leclerc più “aggressivo”.

Nel recentissimo Gran Premio d’Austria abbiamo assistito ad un interessante dato che potrà far ben capire in futuro la posizione della Ferrari. Carlos Sainz centra il 5° posto con una prestazione pacata e conservativa. Segno di dedizione e di duro lavoro per arrivare in silenzio all’obiettivo. Dall’altra parte abbiamo visto un eccentrico Charles Leclerc che ha animato la domenica austriaca con i suoi sorpassi che possiamo definire alla “Gilles Villeneuve”.

C’è da sottolineare, naturalmente, la dura lotta che ha coinvolto proprio il monegasco e l’inarrestabile Perez, penalizzato per ben 2 volte, arrivando a 10 secondi di penalità, per aver buttato fuori più volte proprio il pilota della Ferrari. Lerclec, dunque, ha dovuto lavorare il doppio per guadagnarsi un ottavo posto comunque di tutto rispetto.

https://twitter.com/F1/status/1412099706591670272



Date queste premesse, si evince chiaramente quanto i 2 piloti siano così diversi ma al tempo stesso così uguali.

Uno più paziente e prudente, l’altro che prende al volo la prima occasione utile. Nessun atteggiamento è da considerarsi sbagliato in entrambi i casi, anzi. Probabilmente è proprio questo ciò che rende unica questa coppia inedita e la più giovane di sempre in casa Ferrari. Il bianco e il nero, la calma e la tempesta, il fuoco e l’acqua; ma che insieme formano la scintilla che serviva ad una scuderia che vuole tornare a brillare e a cui serviva la forza del “diverso” .

Telegram

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: