Nelle seconde prove libere del venerdì Mercedes come prevedibile domina il gruppo e piazza le due vetture in cima alla classifica. Una notizia che fa sorridere però c’è. Le Ferrari, terza e quarta con Vettel e Raikkonen, sono staccate sì di 6 e 8 decimi, ma hanno dimostrato un passo gara notevole sia con gomme soft che con le dure, paragonabile ai due della Mercedes. Notizia questa che fa sperare in scenari interessanti per la gara di domenica anche perchè la Red Bull ha dimostrato ugualmente un ottimo passo. Verstappen è quinto, velocissimo con le medie.

Vettel spera ancora in una vittoria da qui a fine anno, e le premesse su questo tracciato, sulla carta non favorevole alla scorbutica SF16-H, sembrerebbero incoraggianti. La squadra inoltre porta numerose novità aerodinamiche per questo appuntamento: dettagli nuovi nel muso, bat wing e turning vanes. In Mercedes invece viaggiano tranquilli verso la –probabile- conquista del mondiale costruttori già questo fine settimana. I due piloti continuano intanto con le scaramucce verbali e psicologiche tra di loro nella speranza di destabilizzare il rivale; la sensazione è che non appena la conquista del titolo sarà compiuta i due torneranno alla lotta senza esclusione di colpi. Dopotutto in ballo c’è un campionato del mondo.

In mattinata brutto episodio per Magnussen, il pilota danese ha visto del fuoco divampare sulla sua vettura. Eliminati i rifornimenti di benzina il fuoco si vede molto meno spesso in Formula 1 ma occorre mai dimenticare che, dopotutto, motorsport is dangerous. 

Nella top ten di giornata troviamo le Force India e soprattutto le McLaren. 7° posto per Alonso e 10° per Button, che festeggia i 300 GP in carriera, terzo di tutti i tempi nella speciale classifica. La Honda ha portato qui una nuova power unit evoluta che dovrebbe dare maggiori garanzie in termini di affidabilità.

L’asfalto nuovo, inoltre, liscio e regolare unito alle modifiche sulla pista e alle gomme Pirelli ha consentito un miglioramento notevole delle prestazioni rispetto allo scorso anno. Le temperature resteranno altissime per tutto il weekend con il meteo giudicato stabile dagli addetti ai lavori. Domani a caccia della pole position nella luce del tramonto alle ore 11 italiane.

di Stefano De Nicolo’ (@stefanodenicolo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: