Sebastian Vettel afferma che il suo scontro con il compagno di squadra dell’Aston Martin di Formula 1 Lance Stroll nel Gran Premio di Russia è stato causato da un “malinteso”.

Il contatto tra Sebastian Vettel e Lance Stroll, entrambi piloti dell’Aston Martin, nella parte conclusiva della gara a Sochi, è saltato subito all’occhio. Stroll cercava di mantenere l’auto con la pioggia che cominciava a cadere, mentre Vettel si è avvicinato al suo compagno di squadra pericolosamente. In avvicinamento alla curva 10, si è aperto un varco alla sinistra di Stroll, permettendo a Vettel di fare una mossa, ma così facendo, il canadese ha chiuso la porta e la coppia si è scontrata.

Sorprendentemente, non ci sono stati danni significativi a nessuna delle due vetture, visto che Vettel è finito illeso.

Riflettendo sull’incidente, Vettel ha commentato: “Penso che sia stato un malinteso, forse non mi ha visto o non mi aspettava, fortunatamente non è successo nulla, ma purtroppo siamo entrambi fuori dai punti”. Dando la sua versione dei fatti, Stroll ha spiegato: “È diventato molto scivoloso là fuori e non ho visto Sebastian accanto a me. Impareremo da oggi e tra poche settimane ci sposteremo in Turchia”.

Dopo aver corso la maggior parte della gara al di fuori della top 10, Vettel è andato in zona punti poco prima che arrivasse la pioggia al giro 48. Il quattro volte campione del mondo è stato uno dei pochi piloti a fermarsi più tardi per le intermedie nel tentativo di contrastare la pioggia .

“Inizialmente stava arrivando la pioggia ma non molto, sembrava che stessimo facendo la cosa giusta ma poi è diventata più intensa, acqua stagnante, nessuna possibilità di stare con le slick. E’ diventato molto scivoloso, perdi la temperatura delle gomme e non hai un profilo per liberarti dell’acqua, abbiamo fatto un giro molto lento per l’intero giro, il che è stato molto costoso”. Ha concluso il tedesco.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: