Pronti ad assistere alla seconda gara della stagione 2015,  il consueto GP della Malesia che dovrebbe confermare cio’ che si è visto in Australia anche se il tracciato Malese è impegnativo per l’affidabilità’, l’usura maggiore delle gomme e il clima variabile dall’umido al torrido.

Secondo James Allison il tracciato di Sepang non è tanto diverso dalla prima gara in termini di potenza e carico aerodinamico richiesto, ma il clima potrebbe in qualche modo mettere in crisi gomme e power unit.

Inoltre bisogna considerare la variabile del tempo che puo’ influenzare la strategia, quindi il team deve essere pronto  e  capace ad anticipare il meteo che sara’ continuamente monitorato.

L’obbiettivo della Ferrari è quello di ridurre il gap con le Mercedes rispetto a Melbourne e consolidare il piccolo vantaggio sulle due Williams.


La parola adesso passa a Simone Resta Chief Designer  della Ferrari che spiega tutte le inside che la scuderia Ferrari dovra’ affrontare a Sepang:

“Abbiamo diverse esigenze da gestire: l’affidabilità e la prestazione, quest’ultima sia per la power unit che per l’aerodinamica. Siamo ancora nella fase iniziale della stagione, quindi dobbiamo capire bene il nostro effettivo livello: a Melbourne abbiamo registrato buone velocità di punta, che potrebbero esserci molto utili nei due lunghi rettilinei del tracciato malese. Anche il passo per ora è stato interessante ed in un circuito come questo, dove il degrado degli pneumatici è molto alto, potrebbe rappresentare un vantaggio per noi”.

Ing.Simone Resta  è comunque ottimista sia per l’usura maggiore delle gomme e i lunghi rettilinei che dovrebbero favorire le caratteristiche della SF-15T

Salvatore Asero Twitter : @graftechweb Seguici su Facebook Clicca su Mipiace

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: