In questi giorni la Formula E non sta affatto passando un bel momento: prima Audi poi la BMW annunciano il divorzio con la massima categoria elettrica al termine del 2021.

Un fulmine a ciel sereno. Una notizia che destabilizza completamente il mondo dell’elettrico. Una Formula E che viene vista come la categoria del futuro avvicinando costruttori ufficiali, si trova a dover gestire questo terremoto in atto. Prima la casa automobilistica dai quattro anelli annuncia il ritiro come costruttore ufficiale poi, seguendola, è il turno della casa bavarese, la BMW.

La Formula E ha aiutato l’Audi allo sviluppo dell’elettrico” – ha affermato Marcus Duesmann, responsabile dello sviluppo tecnico di Audi AG – “Oggi, l’elettrico dei quattro anelli non è più un sogno futuro ma è presente. Ora dobbiamo sviluppare le auto elettrico a condizioni estreme. Le maggiori libertà tecniche, fa del Rally Dakar il nostro laboratorio perfetto per noi“.

Con queste parole il manager tedesco annuncia la fine dei rapporti con la Formula E aprendo così questa nuova avventura con la Dakar. Nonostante questo divorzio, il gruppo Audi continuerà a fornire i motori all’interno della massima serie elettrica.

Inoltre, stiamo valutando altri campi del motorsport internazionale” – ha aggiunto Julius Seebach, direttore del gruppo Audi Sport GmbH – “Siamo propensi ad entrare nel WEC con le nuove monoposto, LMDh, partecipando alla 24H di Le Mans e alla 24H di Daytona. Il motorsport continuerà ad aver un ruolo importante nel futuro dell’Audi“.

Due giorni dopo l’annuncio di Audi, si unisce anche la BMW: anche la casa bavarese saluta la Formula E al termine del 2021 dopo solo tre anni di partnership con il team Andretti. “Dopo sette anni di successi [come fornitore di motori], il BMW Group terminerà il suo coinvolgimento nel Campionato del Mondo ABB FIA di Formula E alla fine della prossima stagione“.

 

 

“In qualità di partner, sin dall’inizio, BMW ha sempre sostenuto il progetto della Formula E e ha contribuito al successo della serieTuttavia, per quanto riguarda lo sviluppo dell’elettrico, il BMW Group ha essenzialmente esaurito le opportunità per questa forma di trasferimento tecnologico nell’ambiente competitivo della Formula E. Anche se lasceremo la serie, le nostre ambizioni sportive resteranno le stesse. In questa stagione il team farà di tutto per ottenere il maggior successo sportivo possibile in pista con la BMW iFE.21″.

Con l’abbandono del progetto WEC e del nuovo regolamento delle GT3 nel DTM, la casa bavarese è fuori da ogni competizione del motorsport in qualità di team ufficiale. Vedremo dunque se la BMW continuerà a dedicare parte dei suoi investimenti al motorsport o concentrarsi completamente sul settore stradale.

A proposito dell'autore

Sono un appassionato di Motorsport, specialmente delle auto a ruote scoperte. Mi accontento con poco: domenica con pizza, birra e F1!!!

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: