Ora possiamo dire che la stagione di Formula 1 2018 è ufficialmente iniziata con Hamilton subito in pole, Kimi secondo, terzo Vettel e quarto Verstappen.

La prima qualifica dell’anno in quel di Melbourne ci regala una Ferrari in prima fila con Kimi Raikkonen ,secondo ( 1.21.828) e subito dietro Sebastian Vettel in terza posizione ( 1.21.838) tallonati, a pochi millesimi, dalla Red Bull numero #33 di Max Verstappen.

Vedendo la classifica senza far riferimento al cronometro, si direbbe un bel risultato per la Ferrari, ma tra il poleman Hamilton e la prima delle Ferrari ballano qualcosa come 6 decimi. Un distacco pesante, che ha sorpreso gli stessi Vettel e Raikkonen, i quali si aspettavano di essere un pò piu vicini di quanto il cronometro in realtà dica.

In realtà la rossa fino alla prima metà del Q3 era molto vicina ai rivali della stella a tre punte, ma un Hamilton in forma e una Mercedes in modalità “bottoncino magico”nel momento clou, hanno tirato fuori gli artigli e stampato la prima pole di questo 2018. Mercedes che poi ha dovuto fare a meno di Valtteri Bottas, dopo che esso all’inizio della Q3 ha perso il controllo della sua Mercedes, sbattendo contro i muri di protezione dopo curva 2 e che sarà costretto a subire una penalità di 5 posizioni in griglia per la sostituzione del cambio.

Analizzando le prestazioni durante le qualifiche della Ferrari, si può notare come il gap costruito da Hamilton nel suo Best Lap sia stato raccolto sopratutto nel primo e nel terzo settore, con il settore intermedio molto simile tra il duo ferrarista e il pilota della Mercedes. Si è confermato quindi il trend che si era visto ieri nelle prove libere, con la Ferrari forte nel settore centrale e Mercedes superiore negli altri due. Va ricordato anche un piccolo errore durante l’ultimo giro veloce di Vettel in curva 13 che probabilmente gli è costato la prima fila.

Domani in gara la Sf71H potrebbe rivelarsi molto più competitiva rispetto alle qualifiche di oggi. I long run di Vettel e Raikkonen nella giornata di ieri erano molto buoni e costanti , soprattutto con le Pirelli a banda gialla (Soft).

Ora sarebbe inutile parlare di disfatta, in fin dei conti siamo solo alla prima delle 21 gare presenti sul calendario e il cammino per la corona iridata è solo all’inizio. La Ferrari ha scelto una strada differente per quanto concerne il passo della vettura e quindi necessita di tempo per conoscere e poter mettere a punto l’intero pacchetto.

Vettel: “Distacco da Lewis elevato ma sono ottimista per la gara”

Sebastian Vettel ha concluso la qualifica odierna al terzo posto, che sarebbe stato probabilmente un secondo posto senza la sbavatura durante il suo giro veloce. Dopo qualche difficoltà con il set-up durante le prove libere, il tedesco durante qualifica si è sentito più a suo agio con “Loria”.

Al ring delle interviste il tedesco ha dichiarato: “Ieri non ero molto contento, perché non avevo avuto delle buone sensazioni dalla macchina, oggi invece è andata sempre un po’ meglio. Nell’ultimo giro ho avuto un piccolo spavento alla curva 13: ho provato a ritardare la frenata, ma non ha funzionato”. “Eravamo tutti piuttosto vicini, peccato che alla fine Lewis ha creato un grosso distacco. Credo che abbia fatto un giro davvero ottimo, ma per domani siamo ottimisti, perché abbiamo migliorato la nostra vettura”.

Secondo il tedesco della Ferrari, domani sarà un altro giorno e crede di poter impensierire la Mercedes di Lewis Hamilton, il quale oggi ha usufruito del surplus datogli dalla PU Mercedes : “Se hanno ‘acceso’ tanto il motore oggi, speriamo che lo spengano un po’ domani. Penso che potremo essere piuttosto vicini in gara, stando a quello che avevamo visto ieri. Comunque sono contento per il risultato della squadra, perché penso che sia un buon modo per partire”.

Raikkonen: ” Lavoro discreto ma il distacco è più grande di quanto ci aspettassimo”

Il pilota finlandese della Ferrari oggi ha ottenuto la prima fila con un secondo posto di tutto rispetto. “Iceman” si è trovato fin da subito a proprio agio con la SF71H, ma non nasconde un pizzico di delusione per il distacco rimediato da Hamilton :”Credo sia stato un lavoro discreto, ma il distacco è ancora grande. Non è stata una sessione lineare visto il meteo di questa mattina che ci ha disturbato per la preparazione della qualifica, ma dobbiamo essere contenti per la posizione di partenza”. Non sapevo cosa aspettarmi dato che erano le prime qualifiche della stagione ed è in questa occasione che si vedono chiaramente i livelli di forza. Se guardiamo il divario tra i tempi è sicuramente più grande di quello che avremmo voluto”.

Infine il numero #7 della Ferrari ha poi analizzato le sue performace: ““Il mio giro è stato abbastanza buono. Ho fatto un errore nel Q2 al mio primo tentativo, mentre nella prima uscita nel Q3 ho utilizzato un set di gomme usate. Nel complesso non è andata male, avrei potuto fare meglio, ma speriamo di fare un buon lavoro anche domani. Dobbiamo continuare ad impegnarci”.

 

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: