Il tedesco della Ferrari stabilisce il record (non ufficiale) della pista e batte il record di giri compiuti in una giornata di test: 188

Si è appena conclusa la sesta giornata di test, la penultima della stagione prima di prenotare il primo biglietto per Melbourne. Questa è  una settimana dagli umori contrastanti, circa le prestazioni dei vari top team, dove da un giorno all’altro le opinioni su chi sia meglio o peggio cambiano quanto il tempo che si presentato in quel di Barcellona due settimane or sono.

Se quella di ieri è sembrata una Ferrari anonima, nascosta o non invogliata a far tempi, concentrata esclusivamente su long run con mescole Soft e Medie, questa mattina abbiamo visto la rossa numero #5 pimpante montare  le coperture più tenere del lotto, tentando per la prima volta in questi test qualche giro con poco carburante a bordo. Ciò ha permesso poi a Vettel di siglare, con le gomme Hypersoft,il miglior tempo di 1.17,182, che è diventato poi il nuovo giro record del circuito in una sessione non ufficiale. Sempre parlando di record, il tedesco ha sbriciolato anche quello riguardante il numero di giri in una singola giornata di test. Infatti il precedente record era stato stabilito da Nico Rosberg con 173 giri in una sola giornata, Seb oggi ne ha messi insieme ben 188, di una sola tornata davanti a Verstappen (187).

Se nella mattinata odierna si è dedicata a shorts run con mescole morbide, nel pomeriggio la scuderia si è dedicata alla simulazione di gara completando tutti e i 66 giri complessivi che compongono il gp di Spagna che si correrà a maggio. Come è possibile notare dalle tabelle sottostanti, Vettel ha iniziato la sua simulazione di gp con le gomme Supersoft, mantenendo un tempo medio di 1.23 basso. Nel secondo e nell’ultimo stint il tedesco ha monatato le mescole medie, mantenendo un delta tempo, nel secondo stint, di 1,21 alto, mentre nell’ultimo stint il pilota della Ferrari si è mantenuto su tempi tra 1,21 basso con picchi  di 1.20 e arrivando fino a 1,19.

Di seguito sono riportate anche le simulazioni di Bottas (Mercedes) e Verstappen (Red Bull).

Oggi abbiamo visto una Ferrari che finalmente ha mostrato i muscoli, dopo aver passato la maggior parte dei test facendo prove a lunga distanza. E’ di particolare rilevanza ricordare che oggi le temperature sono state un pò più fresche rispetto a ieri e inoltre si è potuto osservare che i tempi di Sebastian Vettel con le gomme più morbide, sopratutto con la hypersoft, sono stati effettuati durante piccoli stint di 7/8 giri. Quindi nonostate il record della pista fatto registrare, le vetture hanno ancora molto potenziale da esprimere, e inoltre si dice che Vettel in alcuni settori abbia alzato il piede…

Prima di concludere, non si può non citare un fatto che ha incuriosito molti addetti ai lavori: sia nella giornata di ieri che quella odierna dal box Ferrari è uscito parecchio fumo proveniente dal retrotreno della SF71H. Molti sostengono sia semplice olio bruciato, altri hanno sospettato di problemi…non si sanno ancora i motivi dell’accaduto ma come si dice…la verità sta sempre nel mezzo.