Carlos Sainz, nonostante il terzo posto di Sochi, ammette di non sentirsi ancora a suo agio con la sua Ferrari

Carlos Sainz è attualmente davanti il suo compagno di squadra. Sebbene lo spagnolo sia approdato in Ferrari per fare da spalla al monegasco, nel corso della stagione, ha dimostrato di essere un pilota costante e affidabile. E non è un caso che, ad oggi, Sainz si trovi davanti Leclerc nella classifica piloti – aiutato anche dai molti ritiri del compagno.
La Ferrari sembra aver trovato un pilota davvero eccezionale in lui, capace di far brillare la macchina anche nei momenti di difficoltà e di non farsi oscurare dal talento cristallino del monegasco, come accadde lo scorso anno per Sebastian Vettel – quattro volte campione del mondo.
Dopo 15 gare, lo spagnolo, si trova avanti di otto misure e mezze rispetto a Charles. Sainz, però, non sembra ancora soddisfatto del suo operato in Ferrari. Infatti, gli incidenti incorsi durante le libere delle ultime gare sono stati dovuti a questa mancanza di feeling con la vettura di Maranello.

Ferrari sainz

Carlos Sainz Jr. parla dei suoi incidenti

“Abbiamo usato le opportunità per segnare quei tre podi. Ma credo che si sia visto – dall’esterno – che non mi sento ancora al 100% con la mia macchina“- afferma Sainz.

“Non mi sono mai schiantato nella mia carriera, sono un pilota che non la mette mai nel muro ma per qualche motivo ci sono stati alcuni incidenti che dimostrano di come io non abbia capito totalmente i meccanismi della macchina.”

Parlando a proposito di Sochi, il figlio del campione Rally ha dichiarato: “Durante l’ultimo GP ho dovuto fare uno sforzo enorme per ottenere la prima fila. Ho fatto delle progressioni sia nelle prove libere che in qualifica – ma è sempre necessario essere veloci quando serve, e non solo nelle FP1”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: