Il Gruppo FCA ha rilasciato un comunicato stampa che sancisce la chiusura delle trattative con il Gruppo Renault. Il Gruppo italiano non ha trovato l’accordo con la compagine francese per diversi motivi. Da recenti indiscrezioni il Gruppo francese avrebbe preteso una sede “operativa” Fca-Renault in Francia e una presenza importante anche a livello “politico” nel nuovo cda che si sarebbe dovuto formare. Inoltre, i rumor fanno riferimento ad una posizione contraria all’accordo tra FCA e Renault da parte di Nissan che avrebbe messo in discussione l’alleanza con Renault.

Fiat Chrysler Automobiles ha ritirato la proposta di fusione con Renault dopo che il partner della casa auto francese, Nissan Motor, si è rifiutato di appoggiare l’intesa“, emerge dal quotidiano americano.

La nota apparsa sul sito di FCA Group: “Il Consiglio di Amministrazione di Fiat Chrysler Automobiles N.V. (“FCA”) (NYSE: FCAU /MTA: FCA) riunitosi questa sera sotto la presidenza di John Elkann ha deciso di ritirare con effetto immediato la proposta di fusione avanzata a Groupe Renault. FCA continua ad essere fermamente convinta della stringente logica evolutiva di una proposta che ha ricevuto ampio apprezzamento sin dal momento in cui è stata formulata e la cui struttura e condizioni erano attentamente bilanciati al fine di assicurare sostanziali benefici a tutte le parti. È tuttavia divenuto chiaro che non vi sono attualmente in Francia le condizioni politiche perché una simile fusione proceda con successo.
FCA esprime la propria sincera gratitudine a Groupe Renault, in particolare al suo Presidente, al suo Amministratore Delegato ed agli Alliance Partners, Nissan Motor Company e Mitsubishi Motors Corporation, per il loro costruttivo impegno in merito a tutti gli aspetti della proposta di FCA. FCA continuerà a perseguire i propri obiettivi implementando la propria strategia indipendente“.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: