Durante il pre gara degli ultimi appuntamenti del mondiale in Germania e Ungheria, molti hanno notato una particolare borsa termica posizionata sulla telecamera delle due Ferrari Sf71H: a quale scopo sono usate ?

Nelle ultime gare, in molti abbiamo notato come Ferrari posizionasse una particolare borsa color giallo fluorescente (contenente ghiaccio secco?) sopra la telecamera vicina al airscope, in particolare durante la qualifica e sopratutto nel pre gara.

Secondo un autorevole testata giornalistica inglese, questo particolare utilizzo delle borse di raffreddamento ha incuriosito molti, poiché nessun altra squadra iscritta al mondiale utilizza tale sistema e di conseguenza si è discusso se Ferrari avesse messo in atto uno stratagemma per trovare un guadagno prestazionale oppure se l’uso di queste borse sia solo una tattica per distogliere l’attenzione da altro.

Foto By Auto Motor und Sport

Alcuni addetti ai lavori suggeriscono che l’uso di queste borse di raffreddamento potrebbe avere come scopo quello di alterare la temperatura presente nell’air box  favorendo l’iniziale spinta e le prestazioni del motore.

La stessa Ferrari ha spiegato però che l’impiego delle borse refrigeranti ha il solo scopo di raffreddare l’elettronica della telecamera di bordo. A molti tale spigazione non è parsa credibile poichè il surriscaldamento delle telecamere non è tale da necessitare l’utilizzo di refrigeranti.

All’inizio di quest’anno vi è stato un cambiamento del regolamento riguardo questo aspetto, per impedire ai team di modificare la temperatura negli airbox non permettendo di abbassare la temperatura oltre una certa soglia, evitando di avere vantaggi prestazionali.

L’articolo 5.6.8 del regolamento del 2018 stabilisce che le temperature del plenum del motore devono ora superare di oltre 10 gradi la temperatura ambiente. Ci sono alcune eccezioni, in quanto le regole stabiliscono che la temperatura non deve essere superiore a questo limite in specifici momenti dell’evento.

“Nel primo giro della gara, nei giri effettuati durante il regime di safety car, i pit-in-out e i giri dove sono presenti evidenti anomalie (come giudicato dal delegato tecnico) non saranno utilizzati per valutare la temperatura media”, afferma il regolamento di F1.

La Ferrari potrebbe aver quindi trovato un modo per aumentare le prestazioni del motore in qualifica e all’inizio della gara, raffreddando l’aria che entra nella PU?

O il raffreddamento potrebbe essere correlato alla temperatura del MGU-H? Se la Ferrari è in grado di ottenere più prestazioni dal proprio sistema di recupero di energia nelle prime fasi di una gara, permettendole di correre in una finestra operativa più fredda, ciò potrebbe pagare sia in termini prestazionali che nella “salubrità” dello stesso motore.

Un’altra teoria possibile sarebbe l’uso della borsa di raffreddamento non per avere un guadagno massimo in termini di prestazioni, ma per aiutare la Ferrari a mantenere un vantaggio esistente non permettendo la vista di ciò che i rivali come Mercedes e Red Bull potrebbero vedere.

Effettivamente durante le riprese pre gara dei gp di Germania e Ungheria la “famosa” borsa refrigerante era posizionata proprio sopra l’obiettivo impedendo la vista dei preparativi pre gara all’interno del cockpit delle due SF71H e in particolare le impostazioni presenti sul volante.

Sono solo banali rumors o dietro si nasconde qualcosa di vero?Difficile a dirsi.

Sistema di partenza Ferrari : presente sul volante un pulsante “fantasma”?

A proposito di volante e di partenze, nelle ultime gare entrambi i piloti della Ferrari hanno beneficiato di ottime partenze dallo schieramento, andando a migliorare quello che ad inizio anno sembrava un punto debole.

Questo improvviso miglioramento del sistema di partenza della SF71H ha destato più di un sospetto. Ad aiutare Vettel e Raikkonen durante lo start sembra sia l’uso, sul volante di entrambi i piloti, di un particolare  pulsante rivestito  in silicone nella parte laterale del volante-computer (Vettel lo ha a destra mentre Raikkonen a sinistra).

Un’attenta analisi delle recenti procedure di partenza dei due ferraristi evidenzia come entrambi i piloti tengano premuto questo pulsante o fulcro per l’intero procedimento di partenza fino a quando non avviene lo spegnimento dei 5 semafori dello start.

La funzionalità di tale pulsante è ancora sconosciuta ma tale utilizzo potrebbe avere lo scopo di aiutare i piloti a trovare il miglior innesto della frizione o avere un miglior rilascio della stessa. Con tale teoria si spiegherebbe il miglioramento allo start dei due alfieri della Rossa.

Trattandosi di rumors, non è ancora ben chiaro se questa aggiunta al volante, già presente nelle prime gare di quest’anno, sia realmente o meno un pulsante e nemmeno sulle sulle sue presunte funzionalità, ma ha di certo incuriosito.

Vista la concreta difficoltà nelle possibilità di sorpasso di quest’anno,conquistare più posizioni in partenza ha assunto un ruolo fondamentale nell’economia di un Gp. Motivo per il quale la mossa Ferrari di nascondere un possibile segreto delle sue partenze è più che mai logico.

Ferrari che da due anni a questa parte fa chiacchierare l’intero “Circus” con le sue idee al limite. Ma se nel paddock si chiacchiera,a Maranello si lavora…

Giuly Bellani

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: