Vettel e Raikkonen concludono al 4 e al 6 posto le libere 2 in quel di Montmelò. Il finlandese è stato costretto a fermarsi anzitempo, a mezz’ora dal termine della PL2, per un problema alla PU durante la sua prova di qualifica.

Un venerdì in chiaroscuro quello vissuto dalla Ferrari oggi, dove le condizioni difficili della pista, causa scarso grip, hanno messo in difficoltà un po’ tutte le squadre nell’utilizzo della gomma a mescola Supersoft.

Le libere

La scuderia ha dedicato la mattinata per provare le novità portate per questo weekend, con il debutto dei tanto chiacchierati specchietti sul halo e di alcune novità su fondo e diffusore. Nel pomeriggio invece, nell’ora e mezza disponibile, si sono provate, come di consueto, le simulazioni di qualifica e passo gara.

Complice una pista in condizioni di grip piuttosto basse, non è stato possibile per molti piloti completare la simulazione di qualifica con la gomma rossa: solamente Vettel, Bottas e Verstappen sono riusciti a migliorare di qualche decimo il precedente giro cronometrato concluso con le Soft, dovendo aspettare però almeno un paio di passaggi per riuscirci.

In questo modo, è stato difficile valutare la bontà dei tentativi effettuati dai vari piloti, compresa quella dei piloti Ferrari. Raikkonen è fra quelli che non è riuscito a migliorarsi al passaggio della mescola Soft a Supersoft, facendo diversi errori e bloccaggi (idem per Hamilton, leader di giornata con il tempo di 1.18.259 con la Soft).

Proprio mentre Kimi stava tentando di rilanciarsi per un nuovo tentativo su gomma rossa avviene un colpo di scena: nel rettilineo opposto ai box, il posteriore della sua SF71H inizia a “fumare” emettendo un rumore gracchiante, “metallico”. Gli viene ordinato di fermare immediatamente la monoposto, ma il finlandese intelligentemente, sfrutta la discesa presente nell’ultima chicane prima del traguardo per arrivare ai box. Sessione finita per lui. Si attendono notizie dal box della Ferrari per sapere le cause dello stop di Kimi, anche se, da quello che si è potuto sentire e notare, potrebbe essere un problema legato al Turbo.

Il compito di provare il passo gara sarà solamente nelle mani di Vettel, che inizia la sua simulazione di passo gara con le gomme Supersoft usate per la simulazione di qualifica. Tempi buoni quelli segnati dal tedesco, che a differenza degli altri, allunga leggermente il proprio stint: i suoi tempi sono costanti sul 1.22 medio/ 1.23.basso.

Negli ultimi minuti Vettel decide di completare la sua simulazione utilizzando le gomme soft: riesce a concludere tre giri cronometrati, uno dei quali in un ottimo 1.20.9. Tempo che da un po’ più di fiducia ai tifosi del Cavallino.

Dalla simulazione qualifica si è potuto solo trarre che ci sono alte probabilità che molte squadre possano decidere di passare il taglio del Q2 con la gomma Soft, viste le performance non eccellenti della gomma rossa. Dalla simulazione di passo gara,invece, si può notare come ci sia un certo equilibrio tra i tre top team con l’uso della gomma SuperSoft, ma al cambio di mescola, Mercedes ha mostrato la sua forza, con tempi ottimi in 1.20 basso con gomme Medie (Hamilton) e 1.20.6 con gomme Soft (Bottas). Red Bull, con le gialle, ha fatto tempi molto interessanti, come accadde a Baku, ma visti gli esiti poi in gara, sembra lecito pensare che i “bibitari” abbiano imbarcato qualche chilo di carburante in meno degli altri competitors.

In conclusione si può affermare che Ferrari, con i tempi mostrati da Vettel nella simuzione di passo gara,è della partita insieme a Mercedes e Red Bull. L’incognita riguarda sempre i carichi di benzina e le mappature motore, ma gli ingredienti per un gran premio combattuto ci sono tutti.

Vettel:”Mai fatto la pole al Montmelò? Ci proverò domani”

Sebastian Vettel conclude con una medaglia di legno nelle seconde libere di questo pomeriggio. Il pilota della Ferrari, nonostante il quarto tempo, sembra comunque fiducioso di poter migliorare per domani e confida nelle novità portate dalla sua squadra in questo weekend, le quali sembrano funzionare sulla sua “Loria”.

Il tedesco si ritiene tutto sommato soddisfatto della sensazioni offerte dalla sua Ferrari oggi, nonostante qualche difficoltà di troppo nel trovare un tempo con la gomma Supersoft (problema accusato da tutti i piloti) complice un asfalto molto scivoloso e il vento fastidioso: “Tutto quello che abbiamo messo sulla macchina è sembrato funzionare e questa è la cosa più importante. Il cambiamento più importante lo abbiamo visto nelle gomme, che sono sembrate piuttosto diverse. Non so e non credo che siano migliori rispetto a prima, ma sono così per tutti”-poi ha aggiunto-“Oggi la pista era abbastanza scivolosa e c’erano anche delle belle folate di vento, quindi è stata una giornata un po’ altalenante, però possiamo lavorare sulla macchina e migliorare per domani”

La Ferrari, in questo weekend, ha portato numerose novità: una che spicca su tutte è l’inserimento degli specchietti retrovisori sul halo. Vettel ha commentato positivamente l’introduzione di questa novità sulla SF71H, rimarcando però il pensiero negativo sul halo:”E’ più facile vedere, è per questo che li abbiamo cambiati. Ora sono in una posizione diversa e riesco a vedere un pochino meglio. Credo che anche a livello visivo siano più belli, anche se l’Halo continua a non essere un gran che”.

Sebastian Vettel non ha mai centrato una pole sul circuito catalano: verità assoluta al quale non era al corrente nemmeno l’interessato, il quale, venuto a conoscenza di questa statistica ha risposto:”Non ho mai fatto la pole qui? Non ne sono sicuro, io pensavo di averne fatta una, magari tanto tempo fa. La risposta più semplice comunque è che cercheremo di farla domani, ma se mi manca cercheremo di prendercela, perché qui seguire le altre vetture non è semplice, quindi la pole è la posizione migliore”

Raikkonen:”Fiducioso nonostante il problema che mi ha fermato”

Un Kimi Raikkonen apparso abbastanza tranquillo quello visto ai microfoni dopo la conclusione delle PL2. Il finlandese è stato costretto a concludere le sue prove anticipatamente per un problema non ancora identificato alla sua PU  e lo stesso interessato lo conferma:”Non sappiamo ancora cosa è successo. C’è stato un problema che mi ha costretto a fermarmi, ma dobbiamo ancora capire esattamente di cosa si tratti”.

 

Un venerdì sfortunato per “Iceman” che non ha potuto provare la simulazione di passo gara nella seconda parte delle PL2, cosa che avrebbe dato più dati utili alla squadra e aiutato lui stesso a trovare il ritmo. Nonostante ciò il finnico rimane comunque fiducioso delle sue possibilità, non sbilanciandosi più di tanto sulle novità introdotte dal team e sugli equilibri visti in pista quest’oggi:”E’ impossibile comprendere esattamente le cose, perché questo è un circuito molto diverso rispetto a quelli precedenti. Non è stato un venerdì molto lineare per noi, però sappiamo cosa dobbiamo fare e nella maggior parte dei casi è andata bene, quindi dovrebbe andare bene anche domani”. Kimi ha poi aggiunto:“Questa è la giornata in cui proviamo diverse soluzioni per cercare di imparare, poi domani vedremo quale sarà la forza di tutti. Penso che saremo tutti vicini, ma vedremo”.

Di Giuly Bellani

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: