Parlando ai social media, Zhou ha espresso la sua gioia nel dover condividere il box con Bottas: “Per un debuttante, non c’è opzione migliore che avere lui come compagno di squadra alla tua prima stagione.”

“Se ho intenzione di batterlo, so che devo lavorare molto e adattarmi molto rapidamente a tutta la F1 e alla nuova macchina, fin dall’inizio. Ma penso che la cosa più importante sia che può aiutarmi a superare la curva di apprendimento”, ha continuato Zhou. “È un pilota molto aperto. Condivide le sue informazioni e discute con il team e con me, il che è un punto molto utile.

“Dopotutto, ha avuto così tanti podi e vittorie in F1. Tra tutti i piloti, sono pochi quelli che riescono a superare Hamilton, e lui è uno di questi.

“Penso che sia un ottimo riferimento e un compagno di squadra molto forte. Spero di migliorare insieme a lui il prossimo anno”, ha rivelato il 22enne che guiderà per l’Alfa Romeo.

Zhou, a cui verrà dato il tempo di migliorare secondo il suo capo squadra Frederic Vasseur, non punterà alle stelle nella sua stagione d’esordio in F1, ma si è prefissato un modesto obiettivo di segnare punti.

“Prima di tutto, ho fissato un piccolo obiettivo per ottenere punti”, ha detto. “Non so quanto sarà competitiva l’auto la prossima stagione. Dobbiamo aspettare l’inizio della stagione per avere un quadro chiaro.

“Personalmente, vorrei ottenere punti”, ha ammesso Zhou. “Ma ad inizio stagione non penserò se sarà realizzabile nelle prime due gare; solo per non avere troppa pressione. Voglio divertirmi a correre in F1, imparare dal mio compagno di squadra e dagli ingegneri e migliorarmi sotto tutti gli aspetti. Quando avrò miglioramenti in tutte le aree, i risultati arriveranno naturalmente”, ha concluso.

A proposito dell'autore

Post correlati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: