Sebastian Vettel, al termine delle FP2, ammette la superiorità delle due Frecce d’Argento, ma, allo stesso tempo, ritiene che la sua Ferrari possa ridurre il gap di quest’oggi.

Il pilota tedesco ha concluso le prove del venerdì con il terzo tempo più veloce, ad 8 decimi da Lewis Hamilton. Avendo perso tempo durante le sue simulazioni di qualificazione a causa del traffico delle altre vetture, Vettel ritiene che il divario rappresentativo rispetto alle vetture di punta sia inferiore a quello mostrato nelle prove ed è fiducioso del lavoro dei suoi uomini nel trovare l’assetto ideale.

“Penso che le Mercedes erano molto forte oggi” ha detto Vettel. “Dalla nostra parte, però, penso che possiamo fare di meglio. Mancava un po’ d’equilibrio. Per distribuire il grip in modo un po’ diverso, sto soffrendo un po’ con l’anteriore, provaocando un surriscaldamento degli pneumatici anteriori. Per questo la macchina scivolava un po’ troppo”

“Essendo un circuito cittadino, il traffico svolge un ruolo fondamentale in questo weekend. Oggi entrambe le sessioni non sono stati molto pulite e i distacchi, di conseguenza, non sono molto veritieri. Difficile dire dove era oggi la Red Bull, non so se i loro i giri erano puliti. Vedremo. Dovrebbe andare bene. Spero di non essere molto lotano dal leader”.