Dopo una stagione bellissima da parte di Max Verstappen in cui la sua Red Bull si è dimostrata dominante vincendo 15 gare e aiutandolo, così, a vincere il suo secondo titolo mondiale di fila, si pensa già alla prossima. Ma non è stato tutto rose e fiori.

La questione Budget Cap ha fatto discutere tanto, e le relative sanzioni inflitte alla Red Bull non hanno certo aiutato i suoi piloti. La violazione dei limiti 2021 ha visto una conseguente multa di 7 milioni di dollari, con riduzione anche del tempo di sviluppo aerodinamico del 10% per 12 mesi. Quest’ultimo punto risulta molto importante poiché tanto influenzerà sullo sviluppo della monoposto 2023.

Tuttavia l’olandese, ormai campione del mondo bis, non appare più preoccupato per la questione. E sebbene sappia che tali sanzioni possano influenzare la stagione che sta per arrivare, mantiene comunque la fiducia sul lavoro che il suo team può intraprendere.

GRANDE FIDUCIA

“Certo che ci influenzeranno, ma quanto? Non lo so ancora”, ha detto Verstappen, citato dal sito ufficiale della F1, quando gli è stato chiesto dei suoi pensieri sulle penalità del limite di costo della sua squadra e sul loro effetto sulla prossima stagione.

“Sono fiducioso che il team e le persone che abbiamo possano usarlo come motivazione in più per provare a fare ancora meglio. So che, ovviamente, danno sempre il massimo”, ha aggiunto.

La RB19, che dovrebbe essere la nuova auto per il 2023, sarà presentata a New York il 3 febbraio.

“Abbiamo una macchina molto competitiva, abbiamo molte grandi idee, già per il prossimo anno anche con la macchina, e speriamo che sia sufficiente”, ha concluso Verstappen.

Insieme alle 15 vittorie di Verstappen nel 2022, il compagno di squadra Sergio Perez ne ha ottenute altre due per il team, rendendo la RB18 Red Bull l’auto da corsa di maggior successo con 17 vittorie in una stagione.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: