Il team principal della Mclaren Andreas Seidl, ha commentato a motorsport la prestazione del Ferrarista Sainz nel Gran Premio di Austin.

Nelle fasi iniziali del Gran Premio di Austin abbiamo assistito ad un Carlos Sainz che ha restituito la posizione a Lando Norris appena prima del rilevamento DRS, con l’obiettivo di sorpassare nuovamente l’inglese della McLaren sul successivo rettilineo dopo curva 11. Nel complesso la gara dello spagnolo poteva andare decisamente meglio. Una causa che non lo ha certamente favorito è quel pit-stop lento per i problemi alla ruota posteriore destra, punto cardine di miglioramento della Ferrari.

La lucidità del Ferrarista è stata nel minimizzare gli effetti di una situazione diventata certamente sfavorevole all’inizio

La battaglia in pista tra Mclaren e Ferrari si nota e si sente, tanto che la direzione gara avverte una certa resistenza, con uscita di pista, di Carlos che lo avvantaggia nel mantenere la posizione. Avverrà poi la richiesta di restituirla al pilota inglese. Cosa che effettivamente avviene al giro 6 poco prima della linea di rilevamento del DRS, che Sainz sfrutta per attaccare e prendersi la posizione su Norris. Ma in casa Mclaren è stata una questione di furbizia.

In particolare Andreas Seidl commenta così a motorsport:

“Dal nostro punto di vista è chiaro che Carlos abbia all’improvviso lasciato passare Lando perché era uscito di pista, ci aspettavamo che restituisse la posizione. Purtroppo l’ha fatto in una maniera furba, in modo tale in realtà da superare nuovamente Lando immediatamente dopo sul rettilineo e non abbiamo potuto beneficiare della restituzione della posizione. Direi che, fintanto che le regole sono queste, devo togliermi il cappello davanti a Carlos, l’ha fatto in modo furbo”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: