La Mercedes di Russell domina il venerdì di Sakhir, dove la F1 corre per la seconda settimana consecutiva su un diverso layout. Secondo Verstappen davanti a Perez, mentre Bottas è indietro dopo la cancellazione del tempo. Problemi al cambio per Leclerc mentre Vettel è sedicesimo.

Il venerdì di Sakhir si è concluso nel segno di George Russell, al debutto a bordo di una Mercedes di F1. Il britannico ha primeggiato sia nella prima che nella seconda sessione di prove libere, issandosi in testa nella serata del Bahrain in 54”713 con gomma Soft. Va sottolineato che il miglior crono di giornata è stato quello fatto segnare dal #63 nel primo turno, nel quale era stato più rapido di un paio di decimi. La W11 appare meno irraggiungibile del solito, con Valtteri Bottas addirittura undicesimo. Il finlandese non è andato oltre un 55”321 con mescola Dura, in quanto il proprio miglior tempo è stato cancellato per abuso dei track limits. Ad onor del vero, va detto che il finnico aveva fatto meglio del compagno di squadra, ma la decisione dei compagni di squadra lo ha fatto piombare nelle retrovie.

Il secondo posto è così appannaggio della Red Bull targata Honda di Max Verstappen, staccato di 128 millesimi dal battistrada. L’olandese è risultato il più competitivo in simulazione di passo gara, candidandosi ad un ruolo da grande protagonista. Terza la Racing Point di Sergio Perez, seguita dalla Renault di Esteban Ocon. Quinto Alexander Albon, ma il grande equilibrio è confermato dall’AlphaTauri di Daniel Kvyat in sesta posizione. Settimo Lance Stroll seguito da Daniel Ricciardo, in netto ritardo rispetto ad Ocon. Nono Pierre Gasly seguito da Carlos Sainz, che con la sua McLaren chiude la top ten. Curioso quanto accaduto al francese del team di Faenza, che nel finale ha colpito un sasso con una mano, lamentandosi di un forte dolore.

Buona la prova delle Alfa Romeo Racing visto che Kimi Raikkonen è dodicesimo subito davanti ad Antonio Giovinazzi, con la Haas di Kevin Magnussen quindicesimo. Nicholas Latifi ha ottenuto un ottimo quindicesimo tempo, caricandosi la Williams sulle spalle. Disastrosa la serata delle Ferrari: Sebastian Vettel è sedicesimo con Charles Leclerc ultimo, bloccato da un problema al cambio. Il tedesco non è riuscito a chiudere neanche il proprio tentativo di qualifica tra continui testacoda e problemi con la monoposto. Anche il passo gara del quattro volte campione del mondo è stato pessimo, a conferma del fatto che la SF1000 non digerisce neanche questa configurazione della pista. Dietro a Seb c’è Lando Norris, seguito dai debuttanti Pietro Fittipaldi e Jack Aitken. Alle 15 di domani la terza sessione di libere.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: